Obiettivi Canon per il video: la guida

La gamma di obiettivi Canon EF (quelli utilizzabili senza adattatori su DSLR Canon) è sterminata, e si aggiungono a questo elenco anche i moltissimi obiettivi di terze parti per videoreflex Canon.
È difficile districarsi, ed ecco perché abbiamo scritto questa guida alla scelta degli obiettivi con attacco Canon per video.

Ecco qui un sommario degli argomenti trattati: sono tanti e se volete potete andare direttamente a quello che vi interessa con un semplice clic.

Obiettivi per Canon: introduzione
Migliori obiettivi Canon per video
Come cominciare a costruire il corredo

 

Obiettivi Canon autofocus

La gamma di obiettivi Canon è davvero sterminata

Obiettivi per Canon: introduzione

Come detto (e come potete vedere dalla foto che abbiamo inserito qui sopra) la gamma di obiettivi Canon è davvero molto ampia e copre tutte le esigenze fotografiche. Nel corso degli anni a partire dall’introduzione dell’attacco denominato EF, quello che caratterizza le moderne reflex con autofocus, la casa giapponese ha cercato di accontentare tutti i fotografi e oggi tra le lenti Canon troviamo ad esempio obiettivi per l’architettura decentratili, come il 24mm f/3.5 TS-E (e non è il solo tra quelli per questa disciplina in casa Canon), teleobiettivi estremi come il 600mm f/4 ma anche tutto quello che c’è in mezzo: obiettivi fissi e zoom, obiettivi economici ed estremamente costosi per risultati professionali.

Sono parecchie le linee di obiettivi che Canon ha realizzato nel corso degli anni, ed esistono alcune distinzioni importanti da tenere in considerazione prima di acquistarne uno. La principale è quella tra obiettivi EF ed EF-S.

Obiettivi EF ed EF-S

Gli obiettivi con attacco Canon si distinguono in EF ed EF-S. I primi sono utilizzabili con tutte le reflex Canon, senza limitazione di dimensioni del sensore: queste lenti possono essere montate anche su Canon 5D Mark IV, ad esempio, che ha un sensore Full Frame, così come sulle macchine della serie 1.
Gli obiettivi EF-S sono pensati per macchine con sensore APS-C, più piccolo. Ecco quello che può succedere quando montate uno di questi obiettivi su una macchina Full Frame:

Effetto obiettivo EF-S su full frame Canon

Un obiettivo per sensore ridotto su una full frame

Obiettivi serie L

50mm Canon ultraluminoso

Il 50mm f/1.2 serie L di Canon

La serie L di Canon è quella più prestigiosa. Gli obiettivi che la compongono hanno il famoso bordino rosso su tutto il perimetro dell’obiettivo, nella parte frontale.
Ma soprattutto sono realizzati con in testa la massima qualità, che però si paga: gli obiettivi L sono più costosi e hanno caratteristiche tecniche superiori.
Un esempio è quello del 50mm f/1.2 L: nella lineup della casa giapponese ci sono altri due obiettivi da 50mm, ma il serie L è realizzato con una progettazione più complessa che consente di ridurre al minimo le aberrazioni ottiche e di raggiungere una luminosità elevata e una gestione dello sfocato molto piacevole.
Nel corso degli anni questo obiettivo si è proposto come un riferimento e un sogno per tutti coloro che scattano con obiettivi Canon.
Della serie L fanno parte lenti di tutte le lunghezze focali, sia fissi che zoom.

Obiettivi stabilizzati

Rispetto ad altre case produttrici, Canon non ha finora deciso di dotare i suoi corpi macchina di stabilizzatore incorporato.
Alcuni tra gli obiettivi Canon sono dotati di un sistema di stabilizzazione che in certi casi permette di recuperare 3-4 stop e di scattare con tempi più lunghi.
La stabilizzazione è un parametro di scelta importante quando si fa video.

Gli obiettivi Canon stabilizzati presentano la sigla IS all’interno del loro nome, e non sono per forza costosissimi.

Le lenti Canon STM

Ultima tra le sigle che prendiamo in considerazione e che appaiono sulla baionetta e nelle descrizioni degli obiettivi Canon, è la serie di lettere STM.
STM significa Stepper Motor: in sostanza questo tipo di obiettivi ha un motore di messa a fuoco più nuovo che permette un AF silenzioso ed è particolarmente interessante per chi fa video e naturalmente non vuole che si senta il motore della messa a fuoco durante le riprese.

 

I migliori obiettivi Canon per il video

In questo elenco non vogliamo suggerirvi i migliori obiettivi di Canon a tuttotondo, ma quelli che riteniamo i migliori in ambito video. Si tratta quindi di obiettivi NON per applicazioni specialistiche (non ci troverete un pesantissimo teleobiettivo da 400mm per riprese naturalistiche) ma di lenti generali.
È possibile che troviate sovrapposizioni con gli obiettivi che abbiamo consigliato per Sony.

24-70mm f/4 L IS

Uno zoom tuttofare che scende a compromessi per essere utilizzato in tutte le occasioni.
Non è uno degli obiettivi più luminosi della gamma Canon, certo, ma l’apertura di focale minima costante di f/4 è discreta, specialmente se abbinata ad un buon uso delle luci.

È un compromesso a cui si scende più volentieri se si considera che questo obiettivo Canon, introdotto piuttosto di recente, accoppia dimensioni contenute alla presenza dello stabilizzatore.
Lo preferiamo alle alternative disponibili in questo segmento per una serie di ragioni: se prendiamo in considerazione ad esempio il classico 24-105mm f/4 IS notiamo che manca un po’ di zoom ma che allo stesso tempo la qualità di immagine è migliore.
Paragonato al 24-70mm f/2.8, anch’esso con stabilizzatore, è molto più economico, più leggero e meno ingombrante: una comodità davvero importante quando si usa una steadycam e si deve sostenere a braccio tutto il peso dell’accoppiata macchina+obiettivo.

Disponibile su Amazon, qui.
Si trovano spesso buone offerte su eBay, qui.

 

24mm f/2.8 STM

Obiettivo economico, luminoso e molto leggero.
Questa è probabilmente la lente Canon con il miglior rapporto qualità-prezzo, ed è molto efficace in ambito video: in particolare per chi fa vlogging la lunghezza focale grandangolare è molto consigliata, e diventa all’incirca un 35mm tuttofare su APS-C.
È un obiettivo molto compatto, un pancake che non aumenta il peso della macchina e non alleggerisce troppo il portafogli.

Un obiettivo paragonabile per caratteristiche (anche se a nostro avviso leggermente inferiore dal punto di vista delle prestazioni ottiche) è il 40mm f/2.8 STM, di dimensioni uguali a questo grandangolo.
Entrambi questi obiettivi sono EF-S, utilizzabili solo su fotocamere Canon APS-C.

Lo preferiamo al 28mm f/1.8 che, seppure molto attraente per la luminosità massima, è inferiore dal punto di vista della costruzione e della qualità ottica, e costa di più.

Disponibile su Amazon a questo indirizzo.
Una ricerca su eBay.

 

100mm f/2 EF

Questo teleobiettivo Canon si può definire con una sola parola: solido.
È una lente con ottime qualità ottiche, leggermente superiori a quelle dell’85mm f/1.8, con un motore di messa a fuoco a ultrasuoni sufficientemente veloce e una nitidezza molto buona a tutta apertura. Anche lo sfocato è su livelli elevati.
Utilizzabile sia su Full Frame che su APS-C, su quest’ultimo formato è forse un po’ lungo e gli si può preferire l’85mm.

Rispetto al 135mm f/2 non è molto inferiore, e soprattutto il costo inferiore lo rende un’ottima scelta per chi vuole qualità senza rompere il salvadanaio. Insomma: è un obiettivo economico senza compromessi, e si trova piuttosto facilmente anche sul mercato dell’usato.

Disponibile su Amazon qui.
Qualche offerta sul nuovo e sull’usato da eBay.

 

10-18mm f/4.5-5.6 IS STM EF-S

Supergrandangolare piuttosto nuovo in casa Canon, questo 10-18mm offre una buonissima costanza di risultati e anche se non è molto luminoso non lo scartiamo. Le alternative a questo obiettivo sono più costose e più pesanti, e per questo ci sentiamo di consigliarlo.
Non è certamente il migliore della gamma Canon, e il prezzo compensa alcuni difetti, il principale dei quali è la scarsa resistenza al flare (che comunque può essere sfruttato per usi creativi o mitigato da un buon matte box o dal paraluce).
Buonissimo il sistema di stabilizzazione integrato.

Nella gamma della casa giapponese è affiancato al 10-22mm di prezzo superiore, e all’11-24mm f/4 L USM, di prezzo molto superiore. La differenza con questi obiettivi si vede, ma non ci fa gridare al miracolo. Naturalmente se la vostra macchina è Full Frame non potete usarlo, ma potreste ad esempio affidarvi al 17-40mm f/4 L: un grande classico del marchio.

Disponibile su Amazon qui.
Offerte su eBay qui.

50mm f/1.4 USM

Un 50mm non deve mai mancare nella cassetta degli attrezzi di un buon fotografo, e in generale lo stesso vale per il video (ne abbiamo parlato anche in questo articolo, considerando le varie alternative).
Questo 50mm Canon luminoso è un buon punto di partenza per esplorare questa focale su Full Frame: è luminoso, come detto, di buona qualità e leggerezza. Pecca un po’ nella costruzione, ma tra le alternative del marchio – rappresentate dal plastico f/1.8 e dal costoso f/1.2 di cui dicevamo nell’introduzione – è una buona via di mezzo e un pezzo del vostro corredo che potreste decidere di non voler sostituire mai.
Su APS-C diventa un bell’obiettivo per primi piani.

Disponibile (naturalmente) su Amazon.
È molto frequente trovarlo nell’usato su eBay.

 

Obiettivi Canon per video: come cominciare

Gli obiettivi di Canon sono moltissimi, e cominciare a costruire un corredo di obiettivi per video può essere molto complicato.

Proviamo a darvi qualche consiglio generale, per poi indirizzarvi ad altre risorse presenti sul sito:

espandere il corredo partendo da basi solide

Meglio avere inizialmente pochi obiettivi, ma che siano buoni: piuttosto che farsi prendere dalla frenesia dell’acquisto è più importante cercare di acquistare pochi pezzi per volta, cominciando da un solo obiettivo che ci dia sicurezza e scoprendo le nostre esigenze piano piano

scegliere un obiettivo di elezione

Spesso il nostro modo di fare video è istintivo: anche se non ce ne accorgiamo partiamo da certe strutture mentali e sulla base di queste scegliamo il modo in cui girare. È importante cercare di capire qual è il nostro obiettivo elettivo: abbiamo una focale che ci viene più facile usare? C’è qualche inquadratura che ci piace di più? In parziale contraddizione con quanto detto sopra, possiamo fare un esperimento: usare per un po’ il classico obiettivo kit della macchina, nel caso di Canon il famoso 18-55mm per le APS-C, e annotarci a quale lunghezza focale ci affidiamo più spesso, e per fare cosa. Da questi dati possiamo partire per la costruzione di un corredo di obiettivi solido

noleggiare quando possibile

Il noleggio è una delle possibilità meno contemplate quando si comincia, ma è un’opzione sempre usata dai professionisti. Anche in Italia esistono molti negozi che permettono di noleggiare attrezzatura di vario genere, dalle luci agli obiettivi. Potete trovare sul nostro sito un articolo dedicato ai servizi di noleggio

 

Cominciare spendendo pochissimo

Se il vostro budget è molto ridotto non disperate: esistono vari obiettivi economici e delle alternative furbe da percorrere, e ne abbiamo già parlato.
Ad esempio potete rivolgervi a questo 35mm economico per Canon, oppure potete dare un’occhiata ai vecchi obiettivi manual focus.
Come non ci stanchiamo mai di dire, chi vuole fare il video maker deve sempre ragionare sul suo budget e trovare dei compromessi efficaci, e questo vale anche per le lenti che scegliete.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *