Canon 5D Mark IV: fine dei rumors, ora è ufficiale

È stata finalmente annunciata la Canon 5D Mark IV (ed è disponibile alla vendita), e le novità riguardanti il video sono molto importanti.
Raccogliamo in questo articolo, man mano che le raduniamo, le informazioni su questa nuova videoreflex di Canon. Non dobbiamo più avere a che fare con rumors: ora la 5D Mark IV è uscita.

La Canon 5D Mark IV, nuova reflex ammiraglia di Canon

È uscita la Canon 5D Mark 4

Specifiche tecniche della Canon 5D Mark IV

Dopo i vari rumors, la 5D Mark 4 è uscita, e le specifiche tecniche di questa nuova macchina sono piuttosto interessanti.
Ecco le principali:

  • Nuovo sensore full frame da 30.4Megapixel, con range ISO da 100 a 32000; espandibile fino a 102400 ISO
  • 4K JPEG a 30p o 24p; possibilità di cattura dal video di immagini a 8.8 Megapixel; Full HD a 60p e HD fino a 120p
  • LCD touchscreen; AF migliorato
  • Processore di immagine DIGIC 6+; velocità di scatto fino a 7fps
  • 61 punti di messa a fuoco con 21 punti a croce; possibilità di uso di tutti i punti di messa a fuoco fino a f/8 anche con adattatori
  • Connettività Wi-Fi e NFC
  • GPS integrato per il geotagging

E l’annuncio ufficiale di Canon.

Il 4K sulla 5D Mark IV e il crop

La notizia forse più attesa e interessante dentro a questo annuncio è quella riguardante il formato di registrazione 4K di questa nuova videoreflex di Canon, ma secondo alcuni c’è poco da essere contenti:

 

In sostanza il problema è che il 4K non sfrutta tutto il sensore della Mark 4, ma solo una parte.
Per inquadrare bene la questione: il nuovo 16-35mm f/4 di Canon, con il fattore di crop di questo nuovo modello (1,74x in 4K), diventa sul lato wide un 28mm risicato, perdendo così tutte le caratteristiche di supergrandangolo.

Un aspetto interessante riguardo il 4K della 5D Mark 4 (sembra quasi uno scioglilingua) è che è DCI: una finezza. Il formato DCI è quello riconosciuto come standard nel cinema, e corrisponde a 4096 × 2160 pixel. Peccato che per ottenerlo si deve rinunciare alla parte grandangolare dei nostri obiettivi.

Per avere un’idea di come funziona il crop su questa macchina, ecco una dimostrazione video:

È piuttosto eloquente: purtroppo la porzione di inquadratura tagliata quando si prova a registrare in 4K con questa nuova 5D Mark IV è molto elevata.
Certo, lo sapevamo, ma vederlo fa tutto un altro effetto.

Il codec della 5D Mark IV

Prendiamo ancora spunto da Philip Bloom per parlare di una tecnicalità poco evidente:

Alla segnalazione di un commentatore sulla sua pagina (ovvero che la MkIV ha un bitrate di 500mbps in 4K, cosa che sembrerebbe francamente stupefacente), il regista che è stato tra i primi a girare con la vecchia e gloriosa 5D Mark II risponde suggerendo di non essere troppo entusiasta. Più o meno così:

Leggi sul mio blog quello che ho scritto riguardo la 1Dx II, o la mia recensione della 1Dc. È semplicemente un codec molto vecchio e inefficiente. Non essere troppo entusiasta.

 

Possibilità di messa a fuoco in postproduzione

Per i fotografi c’è una novità interessante (in realtà già proposta da Panasonic anche sulla LX100): la possibilità di scegliere il punto di messa a fuoco dopo lo scatto, usando una particolare modalità di ripresa della macchina.

Ecco un video che spiega questa nuova funzionalità:

 

Primi esempi di utilizzo della 5D Mark IV

Nel frattempo in rete cominciano a comparire i primi video effettuati con la nuova Canon.
Si tratta di un video intitolato Trip to the Beach e di alcuni spezzoni che mostrano le capacità in slow motion della Mark 4. C’è anche un making of del primo video. Tutto girato e proposto da Canon stessa.

Suggeriamo di guardare questo primo video in 4K, cliccando sulla rotella in basso a destra e selezionando 2160p.


 

Questo è il making of del video di cui sopra. Un primo modo per vedere come opera la nuova 5D.


 

Ecco infine una serie di riprese effettuate in slow motion. Il girato è a 120 frame al secondo, con risoluzione che però è di soli 720p: il massimo che questa nuova videoreflex possa fare.

 

Il prezzo della 5D Mark IV

La macchina è già disponibile da qualche tempo sugli store online (ad esempio su Amazon).
Date le molte critiche che ha ricevuto, in tanti considerano il prezzo della 5D Mark IV troppo elevato. Non sta a noi giudicare, ma non siamo del tutto d’accordo anche perchè questa è una macchina completa, pensata sia per la fotografia che per il video, e ha la sua ragion d’essere per molti professionisti che saranno ben felici di acquistarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *