Obiettivi per video con GH4 e GH5: guida completa

La Panasonic GH4 si conferma una macchina fotografica ottima per i video (potete leggere sul nostro sito alcune recensioni sulla GH4) nonostante le ultime uscite la stiano mettendo un po’ in ombra e nonostante l’arrivo della GH5.
In questa guida molto dettagliata elenchiamo alcune delle ottiche migliori da metterle davanti, proponendo anche vari corredi di obiettivi per video con la Panasonic GH4 e con la Panasonic GH5.


Ecco qui un sommario degli argomenti trattati: sono tanti e potreste volerne saltare qualcuno.
Gli obiettivi Micro Quattro Terzi per GH4 e GH5
Obiettivi m4/3 per cominciare
Un fisso da prendere
Un’accoppiata di tuttofare di qualità
Obiettivi adattabili
Obiettivi esotici
Corredi di obiettivi video per GH4 per (quasi) ogni tasca

Attenzione: in alcuni casi suggeriremo link a negozi online per acquistare gli obiettivi di cui parliamo (solo quelli per cui abbiamo trovato il più basso prezzo online). È una pratica che non comporta alcuna spesa in più per chi compra, ma se acquistate seguendo questi link ci date una mano a tenere in piedi il blog e a scrivere contenuti come e meglio di questo. Grazie!


 

Gli obiettivi Micro Quattro Terzi per GH4 e GH5

Partiamo col parlare del sistema proposto da Panasonic: è il cosiddetto Micro Quattro Terzi, o m4/3 (0 MFT, Micro Four Thirds).
Le macchine con obiettivi intercambiabili con sensore di questo tipo sono principalmente prodotte da Olympus e Panasonic, che nel corso degli anni hanno sviluppato una linea di corpi macchina e di obiettivi piuttosto ampia. Uno degli aspetti positivi dell’acquistare una macchina con sensore m4/3 è che si può usufruire di due gamme di obiettivi diverse: quelli prodotti da Panasonic e quelli prodotti da Olympus, perchè le due case usano lo stesso attacco.

Un altro aspetto positivo è che entrambe le case producono ottimi obiettivi e che si possono trovare delle piccole gemme nelle loro linee; ne parleremo tra poco.

C’è un ulteriore aspetto da considerare: quello del fattore di crop.
Ecco il sensore della Panasonic GH4 rapportato agli altri formati principali:
sensore_Panasonic_GH4Le sue dimensioni sono pari alla metà di quelle di un fotogramma di pellicola da 35mm, e del sensore delle macchine Full Frame. Per ottenere la lunghezza focale equivalente delle ottiche montate su una GH4 quindi sarà necessario moltiplicare per due il valore indicato sull’obiettivo. Questo significa che per avere obiettivi grandangolari ci si dovrà rivolgere a grandangolari molto spinti in formato 35mm, mentre per ottenere un medio-tele da 100mm si potrà montare su una micro 4/3 un comune 50mm.


Obiettivi Panasonic o Olympus per la GH4 e la GH5?
Data la possibilità di scelta tra i due marchi è naturale chiedersi quale preferire in caso abbiate una Panasonic GH4. La risposta in molti casi è Panasonic, e non tanto per una questione di estetica o di qualità (anche Olympus ha ottimi obiettivi, e ve ne suggeriremo) ma per due ragioni principali:

  • la stabilizzazione. Mentre Olympus produce corpi stabilizzati, e di conseguenza lenti senza stabilizzazione, Panasonic finora ha fatto il contrario
  • i filtri UV. Una questione simile riguarda i filtri UV interni all’attrezzatura: Panasonic li monta nel corpo della macchina, mentre Olympus sulle lenti. Questo problema, che si presenta a dire il vero usando obiettivi Panasonic su corpi Olympus, si risolve in genere usando un filtro UV di buona qualità. Qui un post da dpreview in cui si parla di una possibile soluzione

 

Obiettivi m4/3 per cominciare

Di solito quando si comincia con la fotografia lo si fa con un obiettivo tuttofare, uno zoom economico che copre dal grandangolo al mediotele. Nel caso della Panasonic GH4 il miglior obiettivo per cominciare è probabilmente il 14-42mm f/3.5-5.6 II ASPH OIS. Sigla lunga per dire che questo è un obiettivo 28-82mm equivalente e stabilizzato (e così si compensa la luminosità non proprio eccezionale). Per la qualità di immagine vi rimandiamo a questo video, che è un po’ trattato ma rende bene l’idea delle possibilità offerte.


Il pezzo successivo può essere un fisso mediotele luminoso come il 45mm f/1.8 di Olympus, obiettivo che corrisponde a un 90mm su formato pieno e garantisce sfocato (e quindi l’effetto cinematografico spesso ricercato) e possibilità di utilizzo in ambienti scarsamente illuminati. Usiamo questo video per mostrare le sue caratteristiche:

In genere si comincia così, cercando di bilanciare costo degli obiettivi, versatilità e qualità.  Man mano che la propria esperienza cresce, però, si scoprono altre esigenze e si comincia la ricerca di nuova attrezzatura: ci sono altri obiettivi che rendono la Panasonic GH4 una piccola macchina cinematografica.

 

Un fisso da prendere

Vi abbiamo già consigliato il primo fisso, ma il secondo – o addirittura il primo obiettivo per la GH4 da comprare in assoluto, se non avete paura di fare a meno di uno zoom – è un’ottica chiamata “normale”. Si tratta di obiettivi con lunghezza focale equivalente tra i  40 e i 50mm che simulano la visione umana, in genere molto luminosi, compatti e piuttosto economici.
Con poca spesa ci si porta a casa un obiettivo che resterà nel corredo per tutta la vita del sistema e che ci darà parecchie soddisfazioni.
Tra gli obiettivi micro quattro terzi ci sono molti normali interessanti, e ve ne suggeriamo tre che possono essere delle ottime scelte per cominciare.


olympus 25mm f:1.8Olympus 25mm f/1.8
Si tratta di un obiettivo luminoso e compatto con un’ottima qualità di immagine. L’anello per la messa a fuoco manuale è ampio e comodo, ma manca una finestrella che indichi la distanza di messa a fuoco, e questo per alcuni è un piccolo difetto. In ogni caso può essere un obiettivo ottimo per iniziare a lavorare con i fissi: è adatto a effettuare interviste e in generale inquadrature nè troppo ampie nè troppo strette.
Nel video che proponiamo qui sotto è stata effettuata una postproduzione piuttosto forte, ma ci piace farvi vedere cosa è possibile tirare fuori da una macchina come la GH4 quando si lavora bene sulla post, e inoltre è possibile notare l’effetto della ridotta profondità di campo, il fatto che la scena inquadrata non è nè troppo ampia nè troppo ristretta, la tenuta alle alte luci:

Il 25mm f/1.8 lo trovate su Amazon, e spulciando tra gli store si riesce a comprarlo al prezzo migliore di internet ad oggi.
Volete comprare il corrispettivo Panasonic? Da quel che abbiamo letto in rete è più costante a tutte le aperture a livello di definizione rispetto al 25mm f/1.8 Olympus, che ha un picco a f/2.5. Può essere un’ottima alternativa a quest’ultimo, essendo disponibile su Amazon a un prezzo ancora inferiore.


 

Sigma 19mm f:2.8Sigma 19mm f/2.8
Questo obiettivo non è nè Panasonic nè Olympus, ma Sigma è conosciuta per la buona qualità di molte delle sue lenti, ed accompagnare questo 19mm alla Panasonic GH4 non è una cattiva idea, anche perchè il prezzo è interessante e più basso rispetto al 28mm Olympus.
Per risparmiare però bisogna cedere a qualche compromesso, in particolare sulla luminosità massima che è più bassa di circa uno stop.
Inoltre il 19mm inquadra una porzione della scena leggermente più ampia, e questo può piacere o meno. Per avere un’idea delle possibilità della lente Sigma ecco un video.

 

Un’accoppiata di tuttofare di qualità

12-35 35-100 f:2.8

12-35mm e 35-100mm, entrambi f/2.8, assieme al meno nobile 14-140mm

Se volete andare tranquilli e non dover pensare a lungo in che modo combinare il vostro corredo di obiettivi per la Panasonic GH4, potete affidarvi ad un’accoppiata di zoom professionali.
Il Panasonic 35-100mm f/2.8 è un obiettivo che va dal mediotele al tele e ha ottima qualità costruttiva e resa ottica e stabilizzatore integrato.
Il 12-35mm con la stessa luminosità massima su tutta l’escursione dello zoom è un obiettivo corrispondente al classico 24-70mm in formato pieno: un tuttofare che potrebbe coprire la maggior parte delle situazioni fotografiche.
Rispetto al 35-100mm è ritenuto leggermente meno performante, ma si tratta comunque di un buon obiettivo (ecco una recensione da Photozone).
Certo il prezzo non è bassissimo, ma considerato che un’accoppiata dal genere riesce a fare un corredo completo…

-Ecco qui il prezzo del 12-35mm f/2.8 di Panasonic
Il prezzo del 35-100mm f/2.8

Qui sotto un video di test del 35-100mm, probabilmente la miglior scelta tra gli zoom per video per la GH4:

 

Obiettivi adattabili

La Panasonic GH4, come tutte le macchine micro quattro terzi, può essere usato con un’ampia gamma di obiettivi non pensati inizialmente per questo corpo macchina: parleremo più ampiamente in un altro post di questo aspetto, ma la GH4 può usare praticamente tutti gli obiettivi prodotti da tutti i produttori. Essendo una macchina mirrorless, infatti, l’obiettivo può essere montato molto vicino al sensore, e questo permette di inserire tra il corpo e l’ottica più o meno qualsiasi tipo di adattatore.
Tra le lenti che la GH4 può montare ci sono Canon EF e Nikon, ma anche obiettivi manuali degli anni ’70 (tra questi ce ne sono alcuni eccezionali, ne abbiamo già parlato) come i Canon FD o i vecchi Olympus OM.

 

Obiettivi esotici

Per alcuni sono una necessità, per altri uno sfizio, per altri ancora quasi una mania da collezionisti.
Ci sono obiettivi per la Panasonic GH4 che permettono di ottenere risultati video particolari, di operare in condizioni di luce naturale proibitive (qualcuno ricorda Barry Lindon e gli obiettivi f/0.7 usati da Kubrick nel film? Ecco, adesso li potete noleggiare), di deformare le proporzioni.
Qui facciamo un breve elenco non esaustivo (vedere sotto per il nostro fisheye per GH4 di riferimento).

 

Nokton 25mm f/0.95: il superluminoso

È un obiettivo Voigtlander dalle caratteristiche molto particolari, e dal prezzo altrettanto particolare. Basta un video per capire cosa può fare questa ottica in termini di gestione dello sfocato e per avere un’idea del tipo di risultato che fornisce:

 

Kowa 8,5mm f/2.8: l’ultragrandangolare

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un obiettivo costoso e abbastanza difficile da reperire, ma che dà grandi soddisfazioni. Come gli altri obiettivi cinematografici della Kowa ha un ottimo comportamento dal punto di vista della correttezza ottica, una resa molto interessante e una caratteristica che lo rende particolare: un angolo di campo molto ampio. Ecco il sito del produttore (questi obiettivi sono troppo belli, sembrano usciti dagli anni ’50) e un video in cui viene usato liscio, senza correzioni in post produzione per eliminare i tremolii dati dal movimento:


 

Corredi di obiettivi video per GH4 e GH5 per (quasi) ogni tasca

Concludiamo questo articolo con un paio di consigli sugli obiettivi da acquistare per avere un corredo completo adatto a coprire varie esigenze di lavoro video, lasciando da parte l’accoppiata di zoom che copre le focali dai 12 ai 100mm di cui abbiamo parlato sopra (un’ottima scelta se avete un bel gruzzolo da spendere).

La coppia di obiettivi low-cost

Panasonic 14-42mm f/3,5-5,6 ASPH OIS
Panasonic 45-150mm f/4-5.6 ASPH OIS
Di quest’ultimo obiettivo non abbiamo parlato nell’articolo, diciamo solo che ha una qualità decente ma non al livello del 14-42mm. Forse ha senso sostituirlo con un 45mm come quello proposto da Olympus, o rimanendo sui bassi costi adattarsi a provare il buon vecchio Pentax Super Takumar 50mm f/1.4, naturalmente usato in manuale.

Il classico kit di obiettivi per cominciare con Panasonic

Il classico kit di obiettivi per cominciare con Panasonic

 

Il corredo per video di matrimonio

I videomaker che si occupano di riprese di matrimonio in genere hanno delle esigenze abbastanza specifiche: bisogna portare a casa il risultato, e questo significa affidarsi ad obiettivi di sostanza, senza badare a spese.
Inoltre è importante avere un set di lenti e corpi macchina che non facciano mai trovare impreparati: in parole povere, se ti trovi a cambiare obiettivo mentre gli sposi si stanno scambiando gli anelli… sei fregato.

La soluzione più pratica e più praticata dai colleghi che conosciamo è quella di usare due corpi macchina (con un altro corpo macchina per l’eventuale operatore spalla) su cui siano montati due obiettivi molto differenti tra loro: un grandangolare e un tele, o un obiettivo standard e un fisheye…
Ogni operatore video di matrimoni ha le sue tecniche; c’è chi preferisce i fissi e chi gli zoom, chi ama un obiettivo specifico e usa solo quello… L’importante è sapere a cosa si va incontro in ogni fase della cerimonia e avere in mente quali obiettivi si useranno. Con sicurezza.

Il kit di obiettivi più comune per videomaker che fanno matrimoni è quello di cui abbiamo parlato sopra: due zoom di alta qualità e luminosi, che coprono tutto il range di focali normalmente necessarie ad un matrimonialista.

C’è chi poi accoppia a questi degli obiettivi speciali, ad esempio un fisheye: c’è chi li ama (noi, ad esempio) e chi li odia.
Per i primi la scelta più economica e forse più furba è quella del

fisheye-per-panasonic-gh4Samyang 7,5mm f/3.5

Lasciamo perdere il fatto che è un obiettivo bellissimo, e che è costruito davvero bene.
Ma è la qualità di questa lente a fare la differenza: fantastica.

Naturalmente è un obiettivo con messa a fuoco manuale, ma in generale quando ci si trova a lavorare con obiettivi fisheye la messa a fuoco non è nemmeno necessario usarla: sono così ampi che c’è quasi sempre tutto a fuoco.
E poi il prezzo… è un obiettivo imbattibile, c’è poco da fare.
Naturalmente se volete esagerare lo potete fare: Olympus produce il primo fisheye 8mm al mondo con apertura f/1.8.

 

Il corredo di classe: tutto fissi

Man mano che i sensori diventano più performanti (e la Panasonic GH5 promette di farci fare un salto in avanti anche da questo punto di vista) c’è meno necessità di obiettivi luminosissimi per portare a casa il risultato anche in condizioni di luce scarsa.
Ma gli obiettivi fissi luminosi sono importanti anche per alcune altre caratteristiche: sono compatti e leggeri, sono ottimi per imparare a inquadrare, sono più semplici dal punto di vista della costruzione e quindi mediamente più nitidi. Sono infine meno costosi degli zoom di pari qualità.
Ecco perchè un corredo di fissi non è un’idea da nostalgici, e anzi è un’ottima idea soprattutto per chi fa video. Dell’obiettivo normale abbiamo già detto sopra, all’inizio di questo lungo articolo. Per il resto, ecco i nostri consigli:

Un grandangolo per Panasonic GH4 e Panasonic GH5

Forse in questo comparto c’è meno scelta tra gli obiettivi fissi. Se volete andare sul sicuro vi conviene scegliere il 12mm f/2.0 prodotto da Olympus, ma noi andiamo in una direzione diversa, con un obiettivo più economico:

panasonic-14mmQuesto è il Panasonic 14mm f/2.5. Un obiettivo pancake (ovvero molto sottile, quasi come una frittella americana) di buona qualità e offerto a un prezzo non troppo alto.

Purtroppo, come dicevamo, la scelta tra gli obiettivi grandangolari per Panasonic GH4 non è molto ampia, ma questo obiettivo rende piuttosto bene.
Con una cautela: se dovete focheggiare a mano potreste fare un po’ più di fatica.

 

Un teleobiettivo per GH4

La scelta che abbiamo fatto noi, che ci occupiamo praticamente solo di video, è per l’85mm f/1.4 di Samyang. Ottimo obiettivo, ottima costruzione, ottima qualità ottica, pochissime aberrazioni. E prezzo basso.
Se volete però la possibilità di usare l’AF, la scelta deve essere necessariamente questa:

olympus-75mm-1-8Olympus Zuiko 75mm f/1.8. Obiettivo nitidissimo, davvero eccezionale.
La caratteristica principale di questa lente è la nitidezza a partire da tutta apertura fino a f/8 (oltre questo diaframma interviene leggermente la diffrazione, e nessun obiettivo non può farci molto). Ottica fantastica anche per il bokeh, e questo la rende ottima come obiettivo per ritratti con uno sfocato molto forte.

E per quel che riguarda gli obiettivi fissi è tutto qui: non avete bisogno di altro. Specialmente se fate solo video la tripletta grandangolo-normale-teleobiettivo coprirà tutte le vostre esigenze (a meno che non facciate documentari sui ghepardi delle nevi).


 

Naturalmente quella che vi abbiamo proposto è solo una carrellata dei nostri obiettivi preferiti per Panasonic GH4, i migliori dal nostro punto di vista. Le opzioni sono molte di più, e le combinazioni possibili tantissime.
Diteci la vostra nei commenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *