I migliori travel vlogger del mondo (secondo noi)

Ricordate quando qualche settimana fa abbiamo scritto di un vlogger che ci era piaciuto molto? Ecco, nel frattempo la nostra passione per i vlog e per YouTube è cresciuta, e di video in prima persona ne abbiamo visti molti. I viaggi sono una nostra passione, quindi ci siamo subito trovati a spulciare i video dei migliori travel vlogger, e abbiamo imparato a conoscere i nostri preferiti. Ecco una lista non ancora completa (dopo qualche parola: ok?).
In principio fu Casey Neistat, che è stato una sorta di calamita per il nostro interesse verso YouTube: il videomaker americano ci è piaciuto proprio tanto, e continuando a vedere i suoi video abbiamo scoperto altre personalità di YouTube.

 

Travel vlogger e YouTube

Nella breve frequentazione del mondo di YouTube che abbiamo avuto (non è vero, ci è sempre piaciuto) abbiamo in passato trascurato i travel vlogger.
Brutte esperienze con alcuni di loro, in effetti: non ci piace conoscere i fatti degli altri, specie se questi sono raccontati in maniera un po’ sgraziata e poco interessante.

Abbiamo però avuto modo di conoscere ultimamente dei travel vlogger che sanno il fatto loro, che hanno idee in merito alla composizione di un video e di una storia, che sono bravi tecnicamente e fanno molto di più che puntarsi la camera in faccia per raccontare quanto sia buono lo spiedino di scorpione che hanno mangiato in un finto ristorante tipico di Hanoi.

Quello che ci ha stupito e ci è piaciuto di più è che quella dei travel vlogger è una vera e propria comunità che è possibile percorrere attraverso consigli e suggerimenti, e che ci sono travel vlogger per tutti i gusti.
Ci è quasi venuta voglia di aprire un vlog di viaggio noi stessi…

Ma bando alle ciance: ecco una lista dei migliori travel vlogger del mondo (per noi, per il momento; la lista non comprende i ragazzi inseriti nell’anteprima. Blink!).


 

Cominciamo con una ragazza che ha un nome italiano, ma italiana non è. Si chiama Andrea Dabene, è una fotografa e videomaker, e da molte delle immagini che propone sul suo canale YouTube si capisce che ha una formazione da artista visuale piuttosto forte. Ci piacciono anche le sue fotografie.
Ultimamente se seguite il suo canale l’avete vista girare per l’Alaska in una partnership con Land Rover: facciamo notare la cosa perchè Andrea è tra i travel vlogger che riescono a fare una professione della loro passione per i viaggi. Ci vuole impegno, un buon pubblico, una buona formazione, ma è possibile guadagnare con YouTube facendo il travel vlogger. Poi magari ci facciamo spiegare da lei come si fa…


 

Continuiamo con uno YouTuber molto noto, Devin Supertramp.
Non è un vero e proprio travel vlogger, o almeno non lo è nell’accezione comune del termine, ma l’abbiamo inserito nell’elenco perchè è uno dei vlogger più tecnici che abbiamo visto su YouTube, e perchè fa delle cose spettacolari.

Se volete scoprire cosa succede ad avere buonissima attrezzatura (nel video che proponiamo sotto viene usata una Canon 1Dc, ma Devin e il suo gruppo girano anche con videocamere RED) e a saperla usare, date un’occhiata a questo canale.


 

La coppia che anima il canale Gone with the Wynns a un certo punto ha deciso che il sogno americano, quello della villetta con giardino, il cane e le 60 ore settimanali d’ufficio, non era proprio un sogno. E a un certo punto Nikki e Jason hanno deciso di prendere un camper (gli americani vanno pazzi per i camper giganti) e di farsi il giro degli Stati Uniti provando esperienze di ogni genere.
Devono averci preso parecchio gusto, perchè vanno avanti da un bel po’ e non sembra che vogliano fermarsi. Anzi, ora sono in fissa con le barche a vela.

Ci piace questo canale perchè non si tratta dei classici travel vlogger: sono due persone adulte che hanno fatto una scelta di vita particolare e la raccontano nei suoi lati divertenti e spettacolari, ma anche nella pratica di tutti i giorni. Insomma, il loro è un canale educativo per tutti quelli che vogliono diventare travel vlogger. E poi sono diventati bravi, nel corso del tempo.


 

Altro giro, altro giramondo. Vi presentiamo Ryan Van Duzer, che è un travel vlogger del filone “faccio delle esperienze incredibili, ma con tranquillità”. Ci piace soprattutto perchè i suoi video sono abbastanza naif, ma curati. Ha un’ottima predisposizione per il racconto di storie, ed è in grado di farti entrare nel mondo che sta visitando quasi come fosse un documentarista, ma senza essere didascalico.
Qui è a Cuba, con una bici:


 

Concludiamo questa breve carrellata, prima di dirvi qual è il nostro travel vlogger preferito di sempre, con una coppia di ragazzi italiani. Sono Martina e Giorgio, fanno bei video, spiegano come li fanno e vanno anche in posti molto belli.
Probabilmente se fossero americani avrebbero tutto il successo che meritano, ma anche così il loro canale macina visualizzazioni e commenti. Ci piacciono perchè sembrano alla mano, e perchè nei video dedicati alla parte tecnica del loro lavoro non dicono sciocchezze. Anzi.
Nel video qui sotto sono in Corsica (bella la ripresa iniziale!):


In ogni caso il nostro preferito di sempre, il numero uno senza sconti nè paragoni sarà comunque lui. 3 video in tutta la sua carriera di YouTuber, milioni di milioni di visualizzazioni, e gioia per grandi e piccini:


 

Questo elenco non è esaustivo e ci siamo sicuramente dimenticati di qualcuno, ma la nostra scelta vuole essere un messaggio per tutti quelli che vogliono provare a diventare travel vlogger: per fare video di questo genere ci vuole tutto sommato poca attrezzatura (magari ne parliamo più avanti) ma tanta passione per quello che si sta facendo. Se volete tentare imparate da chi è più avanti di voi e girate, girate, girate. In tutti i sensi.

 

Avete qualche consiglio su travel vlogger da seguire? Scrivetecelo nei commenti!

3 commenti:

  1. davvero un ottimo articolo. I avrei aggiunto anche altri come funforlouis e ben brown

    • Ciao Lifeszu! Funforlouis lo sto scoprendo proprio adesso, è bravo. E invece Ben Brown non è che mi piaccia molto, lo trovo un po’ noioso… No?
      Filippo

  2. Pingback:Mollare tutto per partire all’avventura no stop – Tutte le storie – my trip map

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *