Zoom F1, un registratore tutto in uno

Zoom è un’azienda che da un sacco di anni propone attrezzatura per la registrazione dell’audio, e lo fa producendo oggetti che coprono più o meno tutte le esigenze di chi si occupa di video: dai produttori di contenuti con un budget piccolo, a chi ha invece necessità specifiche e vuole materiale professionale. Stavolta è uscita con lo Zoom F1.

E si tratta di un registratore molto interessante che secondo noi va bene un po’ per tutti: la qualità di ripresa del suono sembra buona, ma allo stesso tempo il costo non è così elevato. In più rappresenta una soluzione per chi non ha camere professionali ma vuole monitorare l’audio e nel frattempo trasferirlo direttamente alla macchina. Niente male.

Le caratteristiche dello Zoom F1

Una delle principali caratteristiche messe in evidenza da Zoom per questo suo nuovo prodotto è  la compattezza, ed in effetti c’è tutta: questo apparecchietto sta tranquillamente sulla slitta per il flash della macchina, senza provocare grossi problemi di ingombro.

La cosa interessante però è che in abbinata alla compattezza c’è una serie di funzioni che fanno dello Zoom F1 un prodotto piuttosto versatile. Intanto vediamoci il filmato di presentazione:

Dalla presentazione potete capire che questo registratore ha due tipi di attacco: il primo è il classico jack su cui potete inserire un lavalier (e infatti Zoom propone un kit con microfono a pulce), il secondo è un attacco proprietario di Zoom stessa, che vi permette di montare direttamente sul registratore un microfono a fucile come questo, e altri microfoni (vedere foto sotto). Anche in questo caso sarà in vendita un kit composto da registratore e microfono a fucile.

I microfoni utilizzabili con lo Zoom F1

Rispetto al classico setup con registratore, cavo collegato al microfono e microfono c’è meno disordine. E in più non avete bisogno di due attacchi per i due oggetti: è tutto assieme.

Ecco le altre caratteristiche dell’F1 in un elenco a punti:

  • Alimentazione tramite due batterie AAA o adattatore AC
  • Registrazione su scheda micro SD o SDHC
  • Registrazione dell’audio su due canali
  • Registrazione in formato WAV a 24 bit, 96KHz o vari formati MP3
  • Display LCD in bianco e nero da 1,25″
  • Jack di input stereo da ⅛”, e output cuffie da ⅛” con controllo del volume
  • Bottone Hold per evitare lo spegnimento accidentale o la modifica delle impostazioni durante la registrazione
  • Limitatore del volume automatico per evitare il clipping dei suoni
  • Calibratore dei livelli in caso di collegamento con la camera senza necessità di un cavo di attenuazione
  • Marcatori del suono per la sincronizzazione rapida
  • Porta Micro USB per il collegamento al computer

Una caratteristica interessante che vogliamo evidenziare è quella che riguarda il monitoraggio dell’audio: si può collegare l’F1 alla macchina e, se questa non ha un’uscita per le cuffie, semplicemente collegarle all’attacco presente sul registratore per verificare che il nostro suono sia registrato nel modo corretto.

Lo Zoom F1 sarà disponibile a breve in vendita anche dalle nostre parti (negli USA è già in prevendita su alcuni shop online) nei due kit con microfono a pulce e con shotgun. Il prezzo dovrebbe essere tra i 200 e i 250€.

Volete saperne di più sui microfoni per reflex e mirrorless? Cliccate sul link!

Concludiamo questo articolo con un altro video di presentazione dell’F1.

Fateci sapere che ne pensate nei commenti, e se siete incuriositi da questo nuovo accessorio!

6 commenti:

  1. Buongiorno, volevo sapere se lo posso utilizzare come microfono esterno per la mia Sony a5100, che non è dotata di ingresso audio. insomma se c’è
    qualche adattatore o espediente per collegarlo.
    grazie

    • Ciao Gabry! Certo che puoi, semplicemente devi sincronizzare il suono che proviene dalla camera con quello del registratore. In realtà lo Zoom F1 è adattissimo per questo, perchè hai microfono e registratore uniti in un solo “pacchetto”.

  2. Scusate la mia ignoranza, come si fa a sincronizzarlo? in che senso? con un software?
    come faccio materialmente a collegarlo alla macchina che non ha un entrata audio?

    • Sì, devi usare un software per sincronizzare l’audio, oppure puoi usare un metodo manuale: prima di iniziare a girare batti le mani una o più volte vicino alla macchina e al registratore. A quel modo avrai dei picchi sulla forma d’onda dell’audio e potrai allineare l’audio in camera con quello esterno.
      Chiaramente non puoi collegare lo Zoom F1 alla macchina, potresti mettere la macchina in un cage e attaccare il registratore lì, ma si tratta solo di un collegamento fisico.

      • Grazie mille, scusate, ma dopo tantissimi anni di fotografia, mi sono affacciato solo adesso
        al mondo del video, e sono un neofita.
        complimenti al vostro sito, sto trovando parecchie informazioni utili.
        grazie!!!

        • Figurati se devi scusarti 🙂
          Lo scopo di questo sito è condividere più informazioni possibile, per cui cerchiamo di scrivere in modo semplice e accessibile a tutti, specialmente a chi si avvicina al mondo del video per la prima volta.
          Grazie per i complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *