Ryzen 3000 e vecchie schede madre

Finalmente stanno arrivando in commercio a prezzi umani i nuovi processori Ryzen di terza generazione, ma per usarli bisogna fare attenzione alla scheda madre su cui li montiamo.

Sono diverse le soluzioni disponibili per poter usare questi nuovi componenti per il computer che promettono di fare davvero la differenza sia per i gamer che per chi come noi è più interessato alle funzioni di produttività, come naturalmente il video editing e il foto editing.

Con Ryzen terza generazione c’è stato un cambiamento nella tecnologia produttiva dei processori. Non entriamo troppo nel dettaglio, ma in sostanza i nuovi processori della serie Ryzen 3xxx riescono a impacchettare più circuiti nello stesso spazio. Si parla di produzione a 7nm (nanometri), per cui c’è una densità mai vista di circuiti accoppiata a un aumento dei core e a un minore consumo energetico.

Quello che ci interessa sono soprattutto gli ultimi due aspetti – ce ne sono poi altri più tecnici ma di minore importanza – perché più core significano più capacità di processare le immagini sempre più grandi che diamo al nostro computer da digerire (qualcuno ha detto 6k???) e meno consumo energetico significa meno riscaldamento dei componenti che di conseguenza si stressano meno e riescono a lavorare meglio e più velocemente.

Zen 2, così è denominata da AMD l’architettura di questa nuova generazione di processori, è un passaggio intermedio per l’azienda: nel 2020 o più probabilmente nel 2021 dovrebbe arrivare Zen 3, e lì le cose in termini di compatibilità cambieranno.
Ma c’è sicuramente ancora parecchio tempo.

Detto questo, e compreso perché può essere interessante passare a un processore Ryzen 3600 o simili, arriviamo alla domanda da cui prende spunto questo articolo:

Su quale scheda madre potrò montare un Ryzen 3600, o 3700x, o un mostruoso 3900?

Cit: il povero videomaker che deve farsi un computer nuovo

Come abbiamo visto poco sopra, la risposta non è univoca, e il tutto dipende da quello che avete a disposizione. Vediamo le varie casistiche.

Ryzen 3000 con vecchia scheda madre e vecchio processore

Cominciamo con una buona notizia: se avete già un computer per video editing assemblato un annetto fa o simili, e avete bisogno di fare un upgrade, potreste essere fortunati. Mettiamo il caso che abbiate una buona scheda madre con chipset B450 e che sopra ci abbiate montato un processore Ryzen di prima o seconda generazione.

Considerato che finora il socket, che in qualche modo potremmo definire l’attacco, di queste tre serie di processori è sempre lo stesso, potete operare una semplice sostituzione: dopo aver aggiornato il BIOS della scheda madre potrete sostituire il vecchio processore con quello nuovo. Per chi non lo sapesse, il BIOS è il programma che sta più o meno alla base di tutto in un computer, quello che fa i controlli all’hardware all’accensione e avvia il sistema operativo.
L’aggiornamento del BIOS è una procedura molto semplice, l’importante è che abbiate a disposizione un processore della vecchia generazione per fare il tutto.

In tutto questo il vecchio processore vi serve per accedere alla scheda madre ed aggiornarla, perché il processore nuovo che volete montare non sarà in grado di comunicare con la motherboard finché non avrete aggiornato il BIOS di quest’ultima.

Questo procedimento vale anche per molte altre schede madre: ad esempio il tipo che avevamo suggerito nella nostra vecchia configurazione per PC da video editing economico può usare i nuovi serie 3000 di Ryzen, in linea di massima. Basta che ci sia la possibilità di aggiornare il BIOS.

Vecchia Scheda madre, niente processore vecchio?

In questo caso dovete essere ancora un po’ più fortunati.

Esistono una serie di schede madri che hanno la funzione flashback (per un elenco vedere ad esempio questo link).
In pratica queste schede madre possono essere aggiornate anche senza montarci sopra un processore, e in questo modo vi sarà facile aggiornarle per averle belle fresche e compatibili con il vostro nuovo Ryzen 3000.

Come si fa?*
-Si scarica il BIOS dal sito del produttore della scheda madre su una USB
-Si collega la USB alla porta sulla scheda madre
-Si controlla che non ci sia un processore montato sulla scheda madre (non si sa mai!)
-Si accende il PC e si aspetta che tutto vada a buon fine

*occhio che bisogna a volte eseguire delle procedure leggermente diverse: alcune motherboard hanno ad esempio un bottoncino da schiacciare prima di far partire il PC. Controllate sul sito del produttore della vostra scheda madre!

Partire da zero

Se partite da zero vuol dire che non avete un computer, e quindi la spesa è più grande, ma significa anche che avrete sicuramente meno complicazioni.

In questo caso il suggerimento è quello di comprare una scheda madre di quelle nate per Ryzen 3000, e le scelte possibili sono varie.

La scelta migliore potrebbe essere quella rappresentata dalle schede con sigla B550. Si tratta di un’evoluzione del modulo B450, pienamente compatibile con Ryzen 3600 e fratelli. Il problema è che ancora non si vedono all’orizzonte queste motherboard…

La scelta ottimale sarebbe quella rappresentata dal chipset X570, una scelta per utenti professionali che ad esempio devono eseguire lo SLI di due schede grafiche. Tra le migliori per rapporto tra qualità e prezzo c’è questa di Gigabyte.

Altra opzione molto interessante ai prezzi di adesso è quella rappresentata dalla Rog Strix X470 che permette lo SLI e ha un sacco di porte.


Speriamo di avervi chiarito la situazione dei nuovi aggiornamenti, e vi consigliamo di dare un’occhiata al sito se volete consigli sulle configurazioni PC per video editing. Anzi, potete anche seguirci sulla nostra pagina Facebook, così non vi perderete novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *