In arrivo restrizioni sull’uso dei droni in UK

Man mano che i droni diventano sempre più comuni, i governi tentano le strade della regolamentazione in modi diversi. È di questi giorni la notizia che il Regno Unito vuole prendere in mano la disciplina che regola l’uso di UAV (unmanned aerial vehicles) e renderla più stringente. 

Registrazione e test di idoneità

Non si conoscono ancora le modalità precise di attuazione delle nuove regole, anche perché siamo al semplice livello degli annunci e mancano i dettagli, ma secondo quanto riportato sul sito del governo inglese tra qualche tempo chi fa volare droni di peso superiore ai 250g nel Regno Unito dovrà prima registrare il suo drone (probabilmente tramite una app predisposta allo scopo). E in più dovrà sostenere una sorta di test per dimostrare di essere a conoscenza dei rischi provocati dai droni.

Tramite le sue agenzie il governo inglese ha fatto una serie di verifiche sulla sicurezza, rilevando che i droni sopra i 400g possono essere pericolosi per gli elicotteri (tanto per darvi un’idea il Mavic Pro, uno dei droni di maggior successo, pesa poco più di 700g) e che sopra i 2kg di peso possono provocare danni ai finestrini degli aerei di linea in volo.

 

E in Italia come vai coi droni?

Questa notizia non ci colpisce troppo: già da qualche tempo per poter pilotare un drone sopra i 300g bisogna acquisire un attestato di pilota (diverso dalla licenza di pilota per chi vuole pilotare droni sopra i 25kg) ed è vietato sorvolare assembramenti di persone o aree sensibili.
Inoltre il regolamento – piuttosto complicato, a dire la verità – prevede tante diverse fattispecie e una serie di norme diverse da seguire. Se vi volete divertire le potete leggere qui.

 

In conclusione, questa notizia sulla regolamentazione dell’uso di droni in UK non ci coglie del tutto impreparati ma deve essere un reminder per chi vuole portarsi il suo drone in giro per l’Europa o per il mondo: ogni paese sta realizzando normative specifiche (che in genere si ispirano al buon senso e a regole comuni) ed è il caso che facciamo molta attenzione prima di far decollare il nostro drone. Potremmo trovarci nei guai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *