I primi video prodotti dalla Blackmagic Pocket Cinema 4K

Finalmente sono arrivati: sono i primi file ufficiali prodotti dalla Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K (e postprodotti con Resolve). Si tratta di girato realizzato in diverse condizioni di luce e ambientali, scelte con particolare attenzione ad alcune caratteristiche che danno un’idea delle potenzialità di questa nuova macchina.

Queste prime immagini realizzate con la Pocket Cinema Camera 4K arrivano dopo una lunga attesa (avevamo parlato di questa macchina qui) e nonostante siano realizzate con attrezzatura di supporto sicuramente di buon livello, a partire dalle luci usate, danno un’idea positiva di quello che la PCC4K – forse conviene chiamarla così! – può fare.

Vediamo assieme il girato che, ricordiamolo, è stato postprodotto.


Il primo video disponibile è realizzato in condizioni di buona illuminazione, a 800 ISO e con obiettivi Cine (i Rokinon T1.5 con focali 25, 50 e 80mm). La particolarità di queste riprese è che spesso includono il sole in pieno frame. E chi conosce la storia di Blackmagic con alcune delle sue precedenti uscite, si renderà conto del perchè… Il sensore regge bene la presenza della fonte luminosa, e le immagini sono realizzate a tutta apertura.


Anche il secondo video include delle riprese con sole nel frame, ma è più incentrato sul mostrare la capacità di resa del dettaglio della Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K.
Qui vediamo come si comporta la camera anche in termini di gestione di condizioni di illuminazione molto diverse, e sembra che ci sia margine per lavorare bene con le alte e le basse luci.

Gli ISO in questo caso arrivano fino a 2500 (guardatevi la nostra spiegazione linkata sopra per scoprire come hanno fatto a raggiungere questi risultati: la parola d’ordine è Dual ISO) con Sigma 18-35mm f/1.8 con Metabones e Rokinon 50mm T1.5.


L’ultimo video è realizzato con obiettivi Olympus M43 (Olympus Pro 25mm, 45mm 1.2 micro e Olympus Pro 12-100 F4) e si concentra sulla resa dell’incarnato a ISO alti, tra i 1000 e i 1250. Anche qui ci sembra che il risultato non sia niente male, con i dettagli non spinti al massimo in post produzione. Il tutto in Apple ProRes 422 HQ.


Naturalmente vi consigliamo di guardare questi filmati direttamente su Vimeo aggiustando la risoluzione alla più alta possibile per il vostro schermo, e possibilmente su un buon monitor. Solo così potete rendervi conto al meglio di quello che è in grado di fare questa macchina in buone mani.

A proposito, che ne pensate?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *