Con la Powershot GX7 III Canon parla ai vlogger

Arriva l’estate ed escono le compatte da spiaggia, quelle macchinette che per chi fa seriamente video o foto non dicono granchè; ma pare che quest’estate Canon abbia voluto fare una sorpresa anche a chi prende queste cose sul serio, facendo uscire la Powershot G7X Mark III. Una macchina che ci sembra molto interessante.

E che fa ben sperare sulla volontà di Canon di proporre finalmente prodotti che non stiano troppo stretti ai vlogger.

Le due versioni della PowerShot G7X Mark III

Le novità della G7X Mark III

Ci pare che questa nuova uscita della casa giapponese sia proprio rivolta a chi fa vlog e piccole riprese estemporanee, e pare che finalmente Canon si sia accorta che c’è tutto un segmento di mercato che vuole usare le sue macchine fotografiche per fare video: noi ce n’eravamo già resi conto guardando l’attrezzatura di Casey Neistat (e di tutti i suoi seguaci che negli anni hanno preso le compatte Canon per mettersele davanti alla faccia e riprendersi).

Lasciando leggermente a lato la qualità di immagine pura, le compatte con sensore non troppo piccolo sono perfette per vlog e compagnia bella, e quindi Canon con questa uscita ha deciso di strizzare l’occhio a una specifica fetta di utenza con le caratteristiche evidenziate nella seconda parte di questo video:

Un riepilogo dei punti salienti:

  • sensore da 20.1MPx, misura da 1 pollice, con processore Digic 8. Il processore è lo stesso montato sulla M50, e permette di registrare in 4K e di fare foto con il formato RAW CR3 proprietario di Canon
  • schermo ribaltabile touch, obiettivo con focali equivalenti da 24 a 100mm con diaframma massimo variabile da f/1.8 a 2.8 (come nella precedente versione)
  • stabilizzazione integrata
  • registrazione del 4K a 30fps senza crop – finalmente! – e possibilità di riprese a 120fps in FullHD
  • uscita per HDMI pulito, per il collegamento a un monitor esterno
  • porta USB-C che permette il caricamento della camera durante l’utilizzo
  • jack da 3.5mm per microfono esterno

Insomma, questa macchina sembra proprio realizzata per strizzare l’occhio a chi fa riprese video, e ci pare molto interessante perché Canon ha cercato di sistemare dentro un corpo compatto quello che tutti cercano da una macchina fotografica che fa video. A meno di disastri nella qualità del file (cosa di cui non possiamo ancora sapere, visto che gli unici video disponibili sono i sample forniti nelle presentazioni da Canon stessa, e potrebbero essere realizzati in condizioni che non evidenziano eventuali magagne) sembra che l’azienda giapponese abbia tirato fuori quello che tutti le chiedono su tutta la gamma, DSLR e mirrorless comprese: una macchina semplice, senza fronzoli, ma pensate in modo razionale.

Dall’alto, la classica forma della serie PowerShot. In piccolo si vede la dicitura WiFi che è una delle novità di questa PowerShot G7X Mark III

Live streaming con G7X Mark III Canon

A dire la verità un piccolo fronzolo – che però per alcuni utenti è un aspetto sostanziale – Canon l’ha aggiunto: la possibilità di trasmettere direttamente in rete i propri contenuti. Se avete letto il nostro articolo sul live streaming su Facebook (tanto per fare un esempio di un social network in cui i video in diretta vanno per la maggiore) avrete capito che per avere delle immagini di qualità trasmesse in rete in diretta ci vuole attrezzatura che può essere leggermente complicata. Questa camera vuole bypassare il problema: la accendi, la connetti a una rete e vai nell’etere.

La caratteristica del live streaming è una di quelle più evidenziate nelle presentazioni, e siamo curiosi di verificare come va, così come siamo curiosi di vedere le prime immagini prodotte da questa nuova Powershot che è una boccata di ossigeno nella gamma di compatte Canon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *