Configurazioni PC per editing con Premiere PRO – 2019

Abbiamo già pubblicato in passato un articolo dedicato alla configurazione di un PC per video editing (qui), ma con questa nuova serie vogliamo essere molto più specifici, e soprattutto non limitarci a considerare solo uno specifico setup e un budget di prezzo più basso. In questa guida, che vorremmo riuscire ad aggiornare con una certa frequenza e che accompagneremo in seguito ad altre guide dedicate ai diversi sistemi di NLE, ci saranno indicazioni generali e alcune configurazioni specifiche per i differenti budget. Vi consiglieremo anche alcuni PC già assemblati per Premiere Pro.

Ecco perché ritorniamo a usare il sistema del menu cliccabile:

Il processore per Premiere Pro su PC

Quale processore scegliere

Meglio Intel X?

Quanti core per il processore?

Scheda video per Premiere Pro

Che GPU per Premiere Pro?

Ha senso usare più schede grafiche?

Scegliere la RAM

Archiviazione

Configurazioni di PC per Premiere Pro

Configurazione per Premiere fino a 1200€

Configurazione per Premiere fino a 2000€

Configurazione migliore per Premiere Pro

 

Se volete andare subito al sodo e trovare la giusta configurazione per il video editing per il vostro budget, non abbiate paura. Cliccate e arrivate al punto che vi interessa.

Noi intanto cominciamo!

 

Il processore per usare Premiere Pro su PC

Nelle configurazioni di computer create per usare in particolare Premiere Pro il processore ha un posto di rilievo: il software di Adobe fa ancora grande affidamento sulla CPU, a differenza di altri programmi di editing che cominciano sempre più a basarsi sulle possibilità di accelerazione delle schede grafiche.

In linea di massima, man mano che aumenta il numero di core in un processore, aumenta la capacità di calcolo e quindi la potenza di tutta la macchina. Ma ci sono limiti teorici e pratici (in termini di guadagno rispetto alla spesa maggiore da effettuare) da tenere in considerazione.

Quale processore scegliere per Premiere Pro

I player principali in questo settore sono Intel e AMD, e per quel che riguarda l’uso di Premiere Pro, è Intel ad avere la meglio con i suoi processori della serie X e con quelli di nona generazione usciti di recente.

Ci sono da fare due considerazioni, però. La prima è che i processori Intel su Premiere vanno meglio con tutti i codec tranne uno, che è il RAW di RED. Quindi se avete la fortuna di lavorare con queste camere, tenete in considerazione AMD.
La seconda è che man mano che si sale di livello, le differenze tra Intel e AMD si assottigliano, fino a diventare praticamente nulle quando confrontiamo ad esempio un AMD Threadripper con il massimo della gamma di Intel X.

Meglio Intel X o Intel di nona generazione?

Detto questo, potreste pensare che sia sempre meglio scegliere il meglio (e scusate il bisticcio di parole) e quindi Intel X sia la scelta da fare in ogni caso. Beh, se il vostro budget è illimitato certamente sì, se invece avete qualche limite di spesa considerate che incrementi nel modello possono avere ritorni in termini di prestazioni molto marginali, nell’ordine del 5-7%.
A volte potrebbe proprio non valerne la pena.

Quanti core per il processore?

Questa è una domanda a cui è possibile rispondere con una certa difficoltà, perché la cosa migliore sarebbe testare il vostro computer in condizioni reali per capirlo: in linea di massima aumentare i core va bene fino a un certo limite, poi si arriva al collo di bottiglia o, ancora peggio, a un peggioramento delle prestazioni in termini relativi.

Premiere Pro non riesce a gestire al massimo il multicore, quindi a volte è più sensato preferire CPU con meno core ma più recenti, perché hanno magari una frequenza più elevata.
Ci riferiamo in particolare all’uso di processori della serie Xeon, che potrebbero essere considerati ottimi ma in realtà non vanno poi così bene.

 

Scheda video per Premiere Pro

La scheda grafica è sempre più importante, anche per Premiere.
In particolare avere una scheda video potente influenza i tempi di encoding e la capacità di lavorare in live playback anche su girato con grosse richieste perché ad alta risoluzione o perché gli sono stati applicati parecchi effetti grafici. In particolare guardate questo link per sapere se gli effetti con cui lavorate vanno a influire sulla GPU.

Che GPU per Premiere Pro?

Come nel caso del processore, non ha senso spendere in modo illimitato: le prestazioni a un certo punto della salita nell’Olimpo delle schede grafiche si appiattiranno sempre di più, e così daremo meno valore ai nostri soldi. Tra una Quadro e una GeForce, ad esempio, meglio scegliere quest’ultima. La cosa importante da guardare però è la VRAM.

Cosa è la VRAM e perché importa

La VRAM è la memoria volatile video, per farla breve. In pratica si tratta della memoria RAM presente nella scheda video e usata per immagazzinare a breve termine le informazioni riguardanti le immagini.Non abbiamo una ricetta precisa per dire quanta VRAM è necessario avere sulla propria scheda video, ma in linea di massima possiamo dire che già 3GB di VRAM sono sufficienti per lavorare con girato a risoluzione 1080p, mentre si sale ad almeno 4GB per il 4K (meglio ancora 6GB) per arrivare a 10GB se state lavorando con file in 8K. Naturalmente queste ultime ad oggi non sono risoluzioni comuni, quindi capite bene che le schede ultraprestanti per Premiere possono risultare in questo momento addirittura un po’ sprecate.

Scendendo più nello specifico, da tutti i test di benchmark che abbiamo visto in giro e che abbiamo potuto effettuare, la scelta tra NVidia e AMD ricade sulle prime. Non c’è una enorme differenza tra i due produttori, ma è comunque consistente.

Ad oggi Premiere non è in grado di sfruttare le funzioni delle GeForce RTX, ma le nostre configurazioni contempleranno dove possibile quelle schede perché più nuove e con maggiori potenzialità future.

Ha senso usare più schede grafiche?

Ecco, qui non facciamo troppi giri di parole: la risposta è NO. Potete mettere tutte le GPU in serie che volete, fare cavallotti, mostrarci i video dei LED che lampeggiano alternativamente che manco a Natale, ma non ci sentiamo di avallare una scelta del genere. Meglio spendere meno e comprare una singola scheda grafica più potente piuttosto che due medie.

 

Scegliere la RAM

Vi diamo una cifra minima, una ok e una ottimale: 16, 32 e 64. Stiamo parlando naturalmente del numero di GB di RAM da montare sul vostro computer, tenendo in considerazione che il montaggio di un banco di RAM ulteriore è sempre possibile, posto che abbiate degli slot liberi sulla vostra scheda madre, e che quindi potete andare per gradi cercando di partire già avendo in mente il livello a cui volete arrivare. In soldoni: se in futuro siete certi che vi serviranno 128GB di RAM, e sapete che sulla vostra scheda madre ci sono solo 4 slot per la RAM, allora dovrete partire almeno con un singolo banco da 32GB… Niente di trascendentale, no?

Per il resto valgono le nostre informazioni sulla scelta della RAM per Ryzen, anche se qui le frequenze non sono così importanti.

 

Archiviazione

Anche per quanto riguarda l’archiviazione dei file di progetto e la memoria per ospitare il software vi rimandiamo al nostro articolo sulle SSD, specificando che naturalmente per avere le migliori prestazioni è bene avere una SSD, ma che non per forza all’aumentare della velocità vedrete dei significativi miglioramenti delle prestazioni del sistema.

In linea di massima una SSD fa difficilmente da tappo o collo di bottiglia nel trattamento dei vostri video.


 

Configurazioni di PC per Premiere Pro

E ora arriviamo alle configurazioni per Premiere Pro, che cercheremo di tenere aggiornate nel corso dei mesi, man mano che esce qualcosa di nuovo. Partiremo da prezzi più o meno ragionevoli per arrivare al massimo.

 

Configurazioni per Premiere fino a 1200€

 

Configurazione per Premiere Pro fino a 2000€

 

Configurazione potente per Premiere Pro

Ragazzi, con questa configurazione non dovreste avere alcun tipo di problema a trattare file ad alta risoluzione con molti effetti su Premiere Pro, e un PC del genere dovrebbe durarvi per molti molti anni. Chiaramente questa non è una spesa alla portata di tutti, quindi stiamo parlando di chi usa il PC per montare video in ambito professionale, o vuole togliersi un grosso sfizio e avere comodità a prescindere dai costi.

 

 

 

 

2 commenti:

  1. Ciao. Complimenti per le vostre guide sempre chiare ed esaurienti.
    Mi chiedevo, visto che faccio editing amatoriale (attualmente uso Premiere CS6 e qualche volta AE, Vegas Pro 15, Pinnacle Studio 21, e in procinto di provare Hitfilm/Da Vinci), se rimane valida la guida dell’anno scorso del pc sui mille euro configurazione Ryzen.
    I miei progetti sono di filmati di performance live lunghe, tipo 2-3 ore ma solo in Full-HD.
    Oppure filmati in 4K ma brevi. Vorrei avere una time-line fluida.
    Grazie.

    • Ciao Marco, e grazie per i complimenti! Beh sì, ad oggi su quelle fasce di prezzo come schede grafiche non c’è molto di meglio, al limite potresti guardare alla AMD RX 590 appena presentata. Potresti sostituire il processore con un 2060 invece del 1060, a seconda del prezzo che trovi. Comunque quelle configurazioni sono ancora valide, forse dovrebbe uscire qualcosa di nuovo a partire dalla seconda metà dell’anno prossimo. Ma non è detto che i miglioramenti siano così interessanti per il video editing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *