Ottiche cinema Sigma: un corto

Vi ricordate gli obiettivi per cinema annunciati qualche tempo fa da Sigma? Ora stanno per uscire i primi due zoom di questa nuova serie, e parecchi filmmaker indipendenti sono a ragione eccitati per questa novità.
Ma potrebbero esserlo ancora di più dopo aver visto il primo corto girato con gli zoom cinema di Sigma: non è niente male.

Gli obiettivi cine di Sigma

Sigma si sta sempre più affrancando dall’immagine di produttrice di obiettivi di media qualità adatti a tutti, e oggi sembra essere sempre più in espansione. Non ci interessano granchè le politiche commerciali di questa o quella azienda, ma ci interessa che esistano nuovi prodotti di qualità come questi obiettivi che vi avevamo già annunciato.

Con la prossima uscita dei primi due obiettivi della serie, lo zoom 18-35mm T2 e il 50-100mm T2, cominciano a uscire immagini di prova, pre-recensioni e qualche spezzone video.

Ma anche un bel corto prodotto a basso budget usando solo questi due obiettivi montati su una Arri Amira (certo non è una videoreflex e nemmeno una piccola mirrorless…). Si chiama Blur, ed è molto bello:

 

Assieme al cortometraggio è uscita anche una piccola serie di interviste ai creatori di questo piccolo film. Certo si tratta di interviste realizzate da Sigma, e quindi non potremmo aspettarci critiche ai nuovi prodotti, ma crediamo che le parole dette da regista e operatori sono sincere, anche perchè la qualità video è tutta lì sopra a dimostrarle.


 

Gli obiettivi cinema di Sigma hanno un costo molto basso rispetto alla media degli obiettivi per cinema e si basano sui progetti ottici delle lenti della serie ART. Il primo obiettivo grandangolare presentato, ad esempio, usa le stesse lenti del Sigma 18-35 f/1.8 ART di cui avevamo parlato qualche tempo fa.

Le ottiche per il cinema, rispetto a quelle per reflex o mirrorless, hanno alcune caratteristiche particolari, e quelle Sigma non fanno eccezione: costruzione in lega di magnesio e impermeabilizzazione le rendono molto adatte all’uso in condizioni difficili. Mentre alcuni accorgimenti meccanici come i diaframmi “decliccati” le rendono comode per l’uso su macchina da presa.

Queste ottiche sono proposte con attacco Canon EF e Sony E.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *