La Micro Studio Camera 4K con output RAW

Blackmagic Design ha recentemente fatto uscire un aggiornamento del firmware per alcune sue videocamere compatte. Da oggi la Micro Studio Camera 4K permetterà di registrare in RAW, ma c’è molto di più.

Le novità introdotte con l’aggiornamento 4.7 del firmware infatti promettono dei miglioramenti notevoli anche dal punto di vista della sensibilità ISO, e riguardano pure la Blackmagic Micro Cinema Camera.

Cosa sono le Micro Camera di Blackmagic Design

Prima di entrare nei dettagli di questa notizia vogliamo parlarvi delle macchine su cui il firmware sarà montato: si tratta di videocamere molto interessanti, ma piuttosto specialistiche e che presentano caratteristiche non comuni.

Prima di tutto possiamo dire che fanno parte di un sistema modulare: Blackmagic Design ha sempre percorso questa strada, per cui i vari componenti possono combinarsi tra loro per ottenere lo strumento di lavoro perfetto, e sono intercambiabili.

Le Micro Camera (Studio e Cinema) sono videocamere di dimensioni molto ridotte, all’incirca di 6x6x8cm – sì, avete letto bene – con attacco micro 4/3 (lo stesso delle Panasonic). Si tratta in sostanza di scatolette che contengono un sensore e che possono essere montate praticamente dappertutto.
Un po’ come delle action cam di gran qualità.

Sì, perché in generale il tipo di file che producono è molto qualitativo, con molta informazione lavorabile in post produzione.

I miglioramenti alla Micro Studio Camera 4K

La Micro Studio Camera 4K è una macchina ancora più particolare perché non ha registrazione interna, ed è considerata una camera da studio, da broadcast. Se però ci collegate un registratore esterno (leggete ad esempio il nostro articolo sui recorder esterni) da oggi potete registrare in 4K in RAW a 12 bit tramite l’uscita SDI della videocamera a obiettivi intercambiabili.

La Micro Studio Camera di Blackmagic: un cubetto pieno di potenzialità

Il supporto al RAW (che naturalmente consente un recupero delle luci e delle ombre migliore, e in definitiva una migliore quantità di informazioni) non è l’unica novità introdotta con il firmware 4.7.

Oltre ad alcuni miglioramenti nell’usabilità che riguardano la possibilità di comandare a distanza la macchina (vi rimandiamo alla pagina di Blackmagic per saperne di più) c’è ora la possibilità di riprendere a 720p con framerate di 50, 59.94 e 60p. In più il gain audio ora va da -12 a +12db.

Ma soprattutto – caratteristica che potrebbe interessare molti – il nuovo firmware promette un miglioramento di due stop nella sensibilità ISO della macchina.
Le Blackmagic sono sempre state considerate macchine eccezionali sotto tanti punti di vista, e in primis quello della qualità del file, ma per molti non sono la scelta preferita perché rumorose anche a medi ISO. Chissà che questo update non mantenga davvero le promesse e faccia da apripista per un miglioramento anche sulle altre macchine della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *