GoPro Hero8 Black, la nuova action camera regina?

Con la solita puntualità autunnale, GoPro ha annunciato la sua nuova action cam di punta, la GoPro Hero8 Black, che risulta un miglioramento della Hero 7 Black sotto alcuni punti di vista, con qualche innovazione ma in linea di massima è una action cam già vista.

La GoPro Hero 8 Black si trova al momento su questo sito in preordine con incluso un videocorso e l’accesso a GoCamera VIP.

Godiamoci per un paio di minuti questa bella presentazione (complimenti) e poi analizziamo meglio le novità della GoPro Hero 8 Black.

Cos’ha di nuovo la Hero 8 Black?

A prima vista la nuova GoPro HERO8 Black potrebbe sembrare poco cambiata rispetto alla versione 7 di questa stessa action cam, presentata circa un anno fa, ma ci sono molte novità che riguardano non tanto la dotazione software e la forma generale, quanto il dettaglio costruttivo e il modo in cui questa GoPro va a inserirsi nel filone delle action cam più famose al mondo.

Vediamo i vari punti più interessanti.

Ergonomia, costruzione e compatibilità

Forse è questo il comparto in cui GoPro ha cambiato di più la sua action cam migliore, offrendo delle piccole migliorie interessanti ma anche delle modifiche che potrebbero dare fastidio a qualcuno.

La prima delle modifiche che saltano all’occhio riguarda la parte inferiore: sulla base della GoPro Hero 8 Black (e presumibilmente le cose staranno così anche per le altre action camera della serie) c’è una doppia sporgenza richiudibile che serve per montare la camera sui normali supporti per GoPro disponibili e che in questa nuova action cam sostituisce le classiche custodie come questa, di cui appunto le camere delle serie precedenti dovevano obbligatoriamente dotarsi se volevano usufruire anche dei vari accessori che permettevano un uso più facile e completo.

Attenzione, però: il fatto che ci sia questa “maniglia” sulla parte inferiore significa che il posizionamento dello sportello per la batteria sia spostato. Da quello che possiamo capire leggendo le prime recensioni della GoPro HERO8 Black questa scelta non è molto apprezzata, soprattutto perché il meccanismo di apertura dello sportellino non è granché comodo.
Fortunatamente il cambio del posizionamento non significa che le batterie precedenti (quelle delle serie 5, 6 e 7) dovranno essere buttate: sono compatibili con la nuova 8 Black, anche se secondo GoPro alcune delle funzionalità avanzate di HyperSmooth 2.0, la stabilizzazione veramente efficace della action cam, non andrebbero al meglio con le batterie vecchie.

GoPro Hero 8 black con batterie
La Hero 8 Black può usare le nuove batterie (nella foto con il bordino azzurro inferiore) ma anche quelle vecchie già utilizzabili con Hero 7, 6 e 5

Un altro cambiamento che potrebbe essere poco evidente ma che ha già causato qualche scontento riguarda la gestione della lente frontale. Partiamo da un aspetto positivo, riassumibile in questa immagine:

La Hero 8 Black è più sottile della Hero 7 Black

Come vedete, lasciando da parte il fatto che la Hero 7 a sinistra monta un case per il supporto, la lente sulla Hero 8 Black sporge molto di meno e questo rende la camera più compatta (stiamo parlando di qualche millimetro!).

Ma perché succede questo? Perché GoPro ha deciso di cambiare le cose per quel che riguarda la lente frontale, e non è tutto un bel cambiamento… Lo spessore del vetro anteriore è passato da 1,3 a 2mm, con specifiche Gorilla Glass, ad offrire così più resistenza e miglior protezione a quella che è la lente vera e propria. Ma ora, con la GoPro Hero 8 Black, non potrete sostituire normalmente il vetrino nel caso lo graffiate o lo rompiate, perché è fissato sulla camera. Onestamente non sembra proprio un’idea geniale, e a questo punto, se si compra la Hero 8 Black, bisognerà prevedere di usare un’assicurazione (ce ne dovrebbe essere una offerta da GoPro stessa) oppure di mettere un vetro protettivo davanti al vetro protettivo, con conseguente degradazione della qualità di immagine. Mah…

Altra cosa che non ci piace è l’eliminazione dell’ingresso HDMI.
Si può capire la ragione di una scelta del genere, ovvero ridurre i punti di accesso di acqua e polvere nel corpo, ma non siamo convinti che si tratti di una scelta utile per gli utenti: una porta HDMI può funzionare da interfaccia per vari accessori, e il fatto che GoPro la elimini presuppone che si debbano per forza comprare i moduli forniti da GoPro, di cui parleremo più avanti.
In linea di massima non ci piacciono i sistemi “chiusi”, quelli che le aziende creano per evitare che si compri al di fuori del loro catalogo.

Ci piace infine che ora il microfono incorporato sia posizionato frontalmente alla camera, mentre prima era in alto. GoPro ha migliorato la qualità del microfono nella sua capacità di isolare dai rumori ambientali (probabilmente in parte anche grazie a un miglioramento del software).

Per fare un sommario, la nuova forma di GoPro Hero 8 Black non cambia molto, ma il modo in cui cambia la rende meno economica per chi vuole dotarla di qualche accessorio.

Riprese video e foto con Hero 8 Black

Veniamo al succo del discorso, quello che ci interessa più di tutto il resto. Cosa succede quando decidiamo di mettere la Hero 8 Black in azione e fare video o foto?

Nella tabella qui sopra potete vedere le differenze tra Hero 8 Black e Hero 7 Black in termini di modalità di ripresa disponibili e di caratteristiche tecniche della ripresa. Tra queste ultime la cosa forse più interessante la leggiamo nelle ultime righe, con l’indicazione del bitrate massimo in video a 4K che sale da 78Mbps a 100, per un aumento della qualità dell’immagine che dovrebbe essere piuttosto percepibile.

Una delle caratteristiche che più avevano impressionato nella Hero 7 Black seppure con qualche limite, ovvero la stabilizzazione nella modalità HyperSmooth, è stata migliorata: con HyperSmooth 2.0 la GoPro diventa ancora più stabile in quelle situazioni in cui la versione 7 della action cam aveva qualche difficoltà.
In più la stabilizzazione ora funziona anche in 4K a 60fps in modalità 4:3.
C’è anche una versione della stabilizzazione boosted, ovvero potenziata: nel menu della camera dedicato alla funzione potete scegliere questa opzione, a discapito però di un leggero crop dell’immagine registrata.

Il Boost funziona in queste modalità:
4K: 30/25/24fps
2.7K (16:9 e 4:3): 60/50/30/25/24
1440p: 60/50/30/25/24
1080p: 120/100/60/50/30/25/24

Ci sono poi una serie di piccole aggiunte alle possibilità di ripresa, come la capacità di fare timelapse fino a 60 minuti, ma vi lasciamo leggere da soli la tabella per scovarle. Si tratta comunque di piccole cose, considerato che il processore montato sulla Hero 8 Black è lo stesso della versione precedente.


Per quanto riguarda la ripresa fotografica, c’è ora la modalità Live Burst, per cui la camera registra in continuo 1,5 secondi prima e dopo lo scatto (bisogna selezionare la modalità, ma lo fa chiaramente in automatico) permettendo in seguito di scegliere il fotogramma migliore. Un piccolo aiuto in situazioni in cui si stanno riprendendo azioni veloci.

Gli accessori da comprare a parte: i Mods

Gli accessori disponibili al momento per la GoPro Hero 8 Black: da sinistra a destra, Media Mod, Display Mod, light Mod

Con questa nuova versione della GoPro Hero Black, l’azienda ha deciso di percorrere una nuova strada. I Mod sono degli accessori da comprare a parte per accessoriare la action cam e renderla più efficace specialmente in modalità di ripresa video.

Media Mod è un case che include un microfono a mezzo fucile (diciamo… è un po’ piccolo!) un attacco per microfono da 3,5mm, una porta HDMI, una porta USB-C e due attacchi per montare accessori.

Display Mod è un display da montare sopra al Media Mod, si tratta di uno schermo a colori da 2 pollici che può essere ruotato per farsi selfie o per vloggare in prima persona.

Light Mod è una piccola luce a LED da 200 lumen con resistenza all’acqua fino a un metro di profondità.

Come già detto sopra sono accessori piuttosto interessanti (discorso a parte lo schermo, che sembra quasi una risposta alla DJI Osmo Action!) ma bisogna vedere se altre case ne proporranno di simili a un prezzo più basso, o se le politiche commerciali di GoPro hanno previsto di impedirlo magari usando trucchi software.
Ci sarebbe piaciuto che la porta HDMI fosse presente come nella 7, senza dover comprare un accessorio a parte.


Insomma, dopo questa carrellata delle caratteristiche fatta insieme a voi, possiamo dire che la GoPro Hero 8 Black sembra un prodotto interessante, ma che non ci risulta sia niente di eccezionalmente nuovo, tale da costringere a fare il salto dalla Hero 7. Buoni gli accessori, sperando che ci sia la possibilità di comprarne anche di terze parti e che magari GoPro si inventi qualcosa di diverso in più.

Se invece possedete una Hero 6 o precedenti può certamente valere la pena di fare il preordine, ad esempio su questo sito che è distributore ufficiale di GoPro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *