Genie Syrp, per portare il time lapse a un nuovo livello

Le riprese in time lapse sono spettacolari, ma se mentre si fa un timelapse si riesce a muovere la macchina a intervalli di tempo e spazio regolari, possono diventarlo ancora di più.
Si parla in questo caso di hyperlapse: una tecnica concettualmente semplice, ma che può impegnare parecchio tempo e non garantire risultati ottimali se non eseguita perfettamente. Un prodotto che abbiamo scovato in rete e che viene dalla Nuova Zelanda può essere una buona soluzione per rendere il tutto più facile. Si chiama Genie ed è prodotto dalla Syrp.

Time lapse + movimento = hyperlapse

Avete mai sentito parlare di hyperlapse? È un time lapse potenziato, in cui alla dimensione dello scatto a intervalli regolari si associa quella dello spostamento continuo della fotocamera per cambiare punto di vista mentre si scatta.
È una tecnica che richiede una certa perizia: bisogna evitare di fare spostamenti troppo bruschi, bisogna controllare i tempi con molta attenzione, bisogna avere pazienza.

I risultati ottenibili però sono questi, e in definitiva l’hyperlapse può dare grandi soddisfazioni:

 

Il Genie Syrp

Il Genie Syrp (che potete trovare anche su Amazon) è un apparecchio abbastanza geniale per alcune caratteristiche, che vanno dalla portabilità alla completa compatibilità con slider di tutti i generi e teste per cavalletti di ogni tipo.
Si può usare sostanzialmente per fare due cose: un movimento di rotazione su un asse, se montato su cavalletto, e un movimento di spostamento laterale (o in avanti, o indietro… in base a come montate lo slider) su slider.

Viene quindi collegato alla fotocamera e comunica, in modalità timelapse, quando questa può scattare la foto perchè il suo spostamento è terminato. Geniale, un po’ come il nome.

Per capirci meglio, ecco il video di presentazione di questo cubetto che sta abbastanza tranquillamente dentro uno zaino qualsiasi:

 

Anche per il video

Naturalmente questo apparecchio può essere usato anche per riprese video molto fluide: basta semplicemente settare il Genie in questa modalità e avrete la possibilità di spostare lateralmente o tramite moto rotazionale la vostra camera.

 

Soluzioni fai da te

Interessante anche la possibilità di non limitare l’uso del Genie alla lunghezza dello slider che avete a disposizione.
Tra gli accessori disponibili, oltre ai vari adattatori da presa, c’è anche una corda. È possibile montare il Genie su uno skate o su un economico carrellino a quattro ruote come questo della Neewer e l’apparecchio si occuperà da solo di provocare lo scorrimento della macchina, tirando la fune per spostamenti continui o a scatti per effettuare hyperlapse.
Ancora più interessante è l’idea di poter montare il Genie su cavi sospesi in aria, come mostrato nel video sopra: i movimenti ottenibili sono davvero moltissimi, e tutti spettacolari. Come avere un drone tipo il Mavic, ma con più flessibilità.

 

Alternative economiche

Il prezzo del Genie Syrp non è dei più bassi, ma se fate timelapse con costanza o avete bisogno di movimenti laterali fluidi crediamo possa essere un’ottima scelta, data anche la possibilità di lavorare sui movimenti liberamente.

Se però volete solo provare rotazioni su un asse e non avete voglia di spendere troppi soldi, potete trovare qualche alternativa al Genie.
Una tra le più economiche che ci sentiamo di consigliarvi è il FlowMow, che pur con molte limitazioni ha il suo perchè. Le limitazioni sono che può ruotare solo in senso orario e che non è in grado di sostenere macchine pesanti: regge bene fino a circa 1Kg di peso.
Non aspettatevi però di avere a che fare con un apparecchio supercomputerizzato e programmabile: è semplicemente un accrocchio a molla che ruota sul suo asse. Buono per cominciare, ma se volete di meglio… sapete qual è la nostra idea.
Buoni time lapse potenziati, dunque!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *