Fujifilm X-H1: un’intervista

Onestamente non abbiamo ancora un’opinione definitiva sulla nuova Fujifilm X-H1, fotocamera mirrorless appena uscita che fa l’occhiolino (mezzo occhiolino, su) ai videomaker. Abbiamo quindi deciso di proporvi una interessante intervista fatta ad uno dei responsabili dell’azienda giapponese, in cui si fa chiarezza – almeno parziale – sui piani di Fuji per lo sviluppo del suo settore video.

L’intervista è realizzata dal sempre ottimo Jonnie Behiri di Cinema5D, e si focalizza su alcuni aspetti puntuali che analizziamo nella descrizione e traduzione che facciamo appena sotto il video. Intanto guardiamoci bene l’intervista, e sotto trovate le nostre considerazioni.

L’intervista è breve, e forse vi aiuterà a rispondere a una semplice domanda:

Fujifilm X-H1 è una mirrorless per video?

Ecco qui domande e risposte dell’intervista, con il minuto in cui sono state fatte.

1:44 – A chi è rivolta la X-H1?
La X-T2 è rivolta agli amatori di alto livello, mentre questa macchina è per professionisti che lavorano sia in ambito foto che video. In particolare per fotografi, dato che le performance dell’AF sono migliorate, con particolare attenzione a chi si occupa di foto sportiva.
Per quel che riguarda i videomaker ci rivolgiamo a chi lavora a basso budget con macchine piccole

2:31 – Perché avete deciso di sviluppare il profilo ETERNA? 
Anche altre camere hanno profili dedicati alla produzione video, ma il feedback che abbiamo ricevuto da vari filmmaker indica che anche con profili dedicati precedenti il look ottenuto era troppo saturo, e questo non funziona bene con la visione prolungata a video.
Abbiamo quindi adottato un nuovo profilo dedicato alla ripresa video chiamato ETERNA con colori meno saturi e transizione nelle ombre più graduale.

4:19 – La nuova X-H1 è una camera a 8-bit. Perché non avete pensato ai 10 bit?
Per quel che riguarda i 10 bit, per questo range di camere, ci sono molti utenti che le usano sia per foto che per video, e un processore a 10 bit aumenterebbe di molto i costi di produzione. Abbiamo quindi deciso di ragionare ancora sugli 8 bit per mantenere un buon bilanciamento tra costo e qualità.

4:55 – In futuro l’opzione F-Log verrà aggiunta anche alla X-T2?
Inizialmente non avevamo intenzione di applicare l’F-Log nemmeno alla X-H1, e volevamo concentrarci solo sulla massima qualità di immagine possibile, ma poi abbiamo ricevuto molte richieste in questo senso e lo abbiamo reso disponibile su questa macchina.
Può essere che lo faremo anche su altre camere con la creazione di nuovi firmware, e tra queste macchine ci potrebbe essere anche la X-T2.

5:37 – Avete preso in considerazione l’idea di consentire una registrazione a più alto bitrate anche con altre macchine della vostra gamma?
Per quel che riguarda il bitrate, abbiamo adottato un bitrate massimo di 200, ma capiamo le esigenze di chi ha bisogno di alti bitrate per esigenze professionali. Anche in questo caso dobbiamo però tenere in considerazione i costi di produzione per macchine di gamma media.

La Fuji X-H1 vista dall’alto, con il suo classico stile retrò e molto bello

Cosa ne pensiamo noi

Come detto sopra, non abbiamo avuto ancora modo di farci un’idea definitiva su questa nuova Fuji, anche perché non conosciamo la gamma Fuji così bene non avendola mai provata estesamente (chissà che in futuro non possa accadere, però).

L’impressione comunque è che anche in questo caso siamo davanti al classico problema della coperta corta: se si tira da una parte, si scopre un pezzo, se ti tira dall’altra, si scopre un altro pezzo.

In questa situazione gli ingegneri di Fujifilm hanno dovuto sottostare a precise limitazioni riguardanti il prezzo: in fin dei conti queste macchine devono essere proposte a un pubblico che non è abituato a spendere più di certe cifre – che nel caso delle professionali ibride tra foto e video raggiunge i 2000€ – e quindi hanno dovuto tarare la macchina su componenti che permettessero di non sforare.

La X-H1 ci pare un buon passo avanti nell’ambito video, ma onestamente non sappiamo se si possa posizionare allo stesso livello di macchine più affermate come la GH5 che però è inferiore dal punto di vista fotografico.

In definitiva ci sentiamo di dire che probabilmente la X-H1 potrà interessare chi possiede corredo Fuji o è molto attratto dalla loro produzione, e fa principalmente foto guardando anche in parte al video.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *