Facebook ha una sua libreria di musica

E questa è una notizia interessante, anche se forse non sembra: risolve almeno in parte il problema del trovare la musica gratuita per l’uso sui social, e a quanto pare la collezione crescerà sempre di più.

Il problema di Facebook con la musica

Sembra che dalle parti del signor Zuckerberg stiano arrivando a una soluzione ad un problema che affliggeva i creatori di contenuti da un bel po’ di tempo (e affliggeva pure il social network, diciamocelo): secondo regolamenti vari, ogni volta che su Facebook si carica un video che ha un audio costituito da musica protetta da copyright, la stessa Facebook dovrebbe silenziare quel video o cancellarlo dalla piattaforma.

Nel corso degli anni la società ha provato a trovare un accordo con i detentori dei diritti musicali – le case discografiche, in particolare – pagando una bella sommetta per poter permettere ai suoi utenti di usare tutta la musica disponibile, o quasi. Un po’ come fa YouTube (abbiamo parlato della cosa in un articolo sulla musica gratuita per YouTube), che ha messo in piedi una sua libreria di brani da poter usare anche a scopo commerciale e di brani che, se usati, fanno maturare guadagni in base alle visualizzazioni ai detentori dei diritti.

Quest’ultima cosa probabilmente a Facebook non sembra un’opzione interessante, per cui ecco la collezione privata di musica di FB.

La raccolta di audio di Facebook

Eccola qui, la novità di cui stiamo parlando. Si tratta di una collezione di materiale audio di vario tipo da cui si può attingere per corredare i propri video.

Una schermata della collezione di musica gratuita su Facebook

È possibile scegliere pezzi musicali che spaziano in vari generi, usando alcuni filtri molto semplici e selezionando i brani anche in base alla durata. C’è pure un’indicazione di tempo che permette di avere un’idea generale del pezzo.

Pregi e difetti

Detto questo, ci pare che l’idea sia interessante soprattutto per chi propone i suoi contenuti su Facebook, ed è sicuramente un bel passo avanti in questo senso. Ma ci sono anche alcune cose che probabilmente Facebook dovrà sistemare prima di poter dire di avere un servizio veramente efficace.

1. La qualità e varietà dei contenuti: certo, stiamo parlando di una raccolta di già un migliaio di brani (scorrete verso il basso per vederli tutti, e abbiate pazienza perché devono caricarsi) ed è probabile che in tempi brevissimi questa library si popolerà. Ancor meglio se ad una sezione gratuita FB proporrà ai musicisti la possibilità di “vendere” la propria musica

2. La possibilità d’uso solo su Facebook: sì, perché questi brani saranno disponibili solo sulla piattaforma, e non è detto che siano utilizzabili senza il pagamento di diritti in generale in rete

3. La macchinosità dell’uso: quando volete ascoltare l’anteprima di un brano dovete ascoltarvelo TUTTO. Non potete saltare da una sezione all’altro. C’è da dire però che la canzone che vi interessa ve la potete scaricare e in questo modo, nel vostro player preferito, potete ascoltarvela come vi pare. Un po’ macchinoso, ma va bene

 

In ogni caso ci pare che questa sia una bella novità, che speriamo possa avere un buono sviluppo. Anzi, dato il colosso a cui è in mano, sicuramente si potenzierà e diventerà un bello strumento per tutti quelli che creano i loro video per Facebook.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *