DaVinci Resolve 16 è tra noi

O meglio, è arrivata la prima versione Beta della nuova major release del software di editing di Blackmagic Design, e come sempre capita è ricca di novità.

Si comincia con una nuova pagina per l’editing semplificato, e si continua con un motore a rete neurale (neural engine in inglese) che dovrebbe avere caratteristiche di apprendimento incrementale e supportare funzioni abbastanza incredibili. Ci sono poi i miglioramenti apportati a ResolveFX, nuovi strumenti di export e l’integrazione con Frame.io, ora integrato.

La nuova versione di DaVinci Resolve 16 è scaricabile gratuitamente qui, ma attenzione: nel momento in cui scriviamo siamo ancora in una fase in cui è una versione Beta del software, con bug e possibilità di crash. Se volete provarla prendete le giuste precauzioni, in particolare facendo un backup del database dei progetti su cui state lavorando.

Più sotto analizziamo in maggior dettaglio le singole novità interessanti di DaVinci Resolve 16, qui invece trovate un video in inglese che mostra le principali:

La cut page di DaVinci Resolve 16

Forse la prima cosa che salta all’occhio di chi è abituato a lavorare con DaVinci Resolve 15 è la nuova tab che gli ingegneri del software di Blackmagic Design hanno aggiunto al software. Si chiama cut page ed è pensata per chi ha bisogno di fare editing veloce senza usare tutti gli strumenti presenti nella normale versione della pagina di editing in DaVinci Resolve.

Tra le caratteristiche che riteniamo interessanti ci sono:

  • interfaccia snella, ottima per chi ha schermi di piccole dimensioni e lavora da postazioni improvvisate
  • organizzazione interessante di titoli, transizioni ed effetti
  • doppia timeline basata sulla suddivisione in progetto totale e timeline corrente
  • vari meccanismi per velocizzare l’editing, sia per il taglio che per l’inserimento di clip

Sicuramente questa è una bella idea dal punto di vista pratico e pure perché potrebbe convincere molti nuovi utenti a usare DVR al posto di altri programmi di editing gratuiti.

Il neural engine per potenziare DaVinci Resolve

Bisogna vedere come funzionerà sul campo, ma questa è una caratteristica molto interessante del nuovo Resolve 16: il software incorpora infatti dei sistemi per il riconoscimento dei volti nelle clip, in modo da poterle suddividere sulla base dei soggetti presenti nella scena. Si possono così categorizzare le clip nei vari bin anche sulla base di questa suddivisione.

Il neural engine sarà anche in grado di migliorare (anche qui, bisogna vedere come e di quanto) la capacità di rallentare riprese, con la funzione Speed Warp motion estimation.

E – attenzione, puristi! – si parla di una intelligenza artificiale in grado di dare un buon punto di partenza nei propri lavori di coloring, oppure di lavorare su clip multiple, anche leggermente differenti, per uniformare la color correction. Dai primi esempi che abbiamo visto non è eccezionale, ma comunque molto interessante.

Aggiunta di effetti nella pagina di editing

Altra cosa che ci pare molto interessante in questa nuova edizione di DaVinci Resolve è che siano stati aggiunti alla tab di editing vari effetti presenti in precedenza solo nella tab di color correction. Anche questo sembra andare verso una semplificazione del lavoro di editing rapido, in linea con altri programmi di editing conosciuti.

E sempre in questa direzione va la possibilità di stabilizzare le clip direttamente in editing con un clic: può darsi che qualcuno non apprezzerà o userà questa funzione, ma c’è e può fare comodo.

Un sacco di altre novità

In realtà le novità apportate su DaVinci Resolve 16 sono tantissime, davvero. Parliamo di nuovi effetti, della possibilità di eliminare oggetti con una semplice selezione, di un migliore utilizzo della GPU, di un miglioramento del pannello audio con una serie di opzioni semplificate…

Come sempre questa nuova release di DaVinci Resolve sembra rivoluzionare tutto. E in particolare pare che voglia permettere a tutti di usare la potente cassetta degli attrezzi di questo software, semplificandoli ma mantenendone anche la profondità in sezioni diverse del software.

Prima di dare giudizi definitivi, però, vogliamo vedere DaVinci Resolve 16 alla prova dei fatti.

2 commenti:

  1. crasha ogni volta quindi mi è impossibile iniziare un progetto, situazione analoga per la versione 15. Cercando un programma di editing mi imbatto in questo e sembra quello perfetto visto che è semplice e completo anche nella sua versione gratuita, ma da quanto ho capito comprende anche i crash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *