Canon annuncia la 1Dx Mark III

Canon ha annunciato che sta lavorando allo sviluppo della sua nuova fotocamera DSLR di riferimento, la EOS 1Dx Mark III. A parte le caratteristiche tecniche in ambito fotografico come sempre di alto livello, sembra che questa volta Canon abbia voluto fare le cose in grande per chi si occupa di video, dopo che già la 1Dx Mark II era stata apprezzata nel settore. Si tratta però di una questione di tempo…

La nuova 1Dx Mark III in tutta la sua mole: anche il 24-70mm stabilizzato sembra compatto su un corpo del genere

Quello che Canon ha detto oggi è infatti che sta lavorando sulla nuova ammiraglia, e non altro. Le caratteristiche annunciate per questa 1Dx Mark III sono interessantissime oggi, ma dovranno essere rapportate al mercato al momento della sua commercializzazione, tenendo in considerazione poi che questa macchina non avrà sicuramente un prezzo dei più abbordabili (vedere quello della 1Dx II per credere, anche ora che comincia a scendere dato l’annuncio della nuova equivalente) e che stanno uscendo già oggi macchine che sono paragonabili ad essa per caratteristiche per il video, anche se con forme e funzionalità differenti.

La 1Dx Mark III in breve

La nuova Canon 1Dx Mark III dovrebbe usufruire della stessa scienza colore del modello precedente (a nostro gusto molto efficace), usando però un nuovo sensore CMOS accoppiato a un nuovo processore Digic.

Quest’ultimo è al centro del miglioramento nelle prestazioni di autofocus che sono promesse su questa nuova ammiraglia: dovrebbe migliorare ancora il focus tracking, con un’estensione dell’area coperta dal Dual Pixel (qui un approfondimento sui sistemi di autofocus) a coprire il 90% del sensore con 525 aree di messa a fuoco.
Allo stesso tempo il nuovo processore abbinato al sensore dovrebbe migliorare di parecchio la sensibilità ISO.

Ma sono le caratteristiche video che ci fanno più gola: si parla nei documenti ufficiali di 4K a 60fps, che non è una novità assoluta ma con Canon è un bel risultato, accoppiata ai 10 bit 4:2:2 con Canon Log registrabili internamente sulla scheda di memoria (a proposito, dovrebbero essere due CFexpress). In più c’è la possibilità di registrare in RAW, sempre internamente.

Da quello che leggiamo in rete la 1Dx Mark III dovrebbe essere presente in anteprima allo stand Canon al Photoplus di New York che si svolge in questi giorni, fino al 26 ottobre, ma non ne sappiamo ancora di più.

Le caratteristiche sembrano molto interessanti, non resta che stare a guardare.


Ecco il comunicato stampa completo:

Canon annuncia lo sviluppo dell’attesissima EOS-1D X Mark III, modello successore della rinomata EOS-1D X Mark II. Particolarmente adatta per fotografia sportiva e naturalistica, la nuova ammiraglia DSLR è stata sviluppata sulla base dei consigli e dei suggerimenti degli utenti di EOS-1D X e EOS-1D X Mark II a livello mondiale, oltre che di approfonditi test effettuati da fotografi professionisti internazionali. Lo sviluppo di EOS-1D X Mark III si basa sulle competenze che Canon ha sviluppato nel corso di oltre 80 anni di expertise. Questa nuova e potente soluzione racchiude in sé nuovi traguardi nello sviluppo dell’autofocus, della qualità d’immagine e della ripresa video, oltre a migliorate capacità di connessione. Con questa fotocamera, i professionisti dello scatto sportivo potranno affidarsi a velocità senza precedenti in ogni aspetto. Un elemento indispensabile per coloro che hanno solo pochi millesimi di secondo per cogliere un’immagine irripetibile.

Velocità, messa a fuoco automatica e connettività ad alta velocità rappresentano il tratto distintivo di EOS-1D X Mark III. Tutti questi sono gli elementi che rendono ideale una fotocamera professionale, soprattutto per i fotografi di sport e di natura.


Messa a fuoco automatica impareggiabile
EOS-1D X Mark III è incredibilmente veloce: offre un sistema di messa a fuoco automatica e di tracking del soggetto ottimale, preciso e affidabile. I fotografi potranno dunque scegliere lo scatto perfetto tra un range di immagini più ampio. Il nuovo algoritmo di messa a fuoco automatica della fotocamera, grazie anche alla tecnologia di deep learning, migliora notevolmente il rilevamento e l’inseguimento del soggetto in ogni situazione, sia nel caso in cui si utilizzi il mirino ottico sia in modalità Live View. Utilizzando il mirino ottico, EOS-1D X Mark III sfrutta un nuovo sensore di messa a fuoco automatica in grado di offrire una risoluzione al centro del sensore circa 28 volte maggiore rispetto a quella di EOS-1D X Mark II. EOS-1D X Mark III si rivela la scelta migliore per i fotografi professionisti.


Richard Heathcote, fotografo sportivo senior, Major Events, presso Getty Image ha dichiarato: “Il nuovo algoritmo di messa a fuoco automatica utilizzato per EOS-1D X Mark III porta il tracking del soggetto a un nuovo livello, con un controller intuitivo e risultati precisi. Offre esattamente ciò che ci si aspetterebbe dalla migliore fotocamera professionale per la fotografia sportiva”.


La messa a fuoco automatica lavora in un intervallo EV ancora più ampio, offrendo così molte più possibilità di ottenere lo scatto perfetto. In modalità Live View i fotografi potranno utilizzare 525 aree AF ​​sfruttando il sistema Dual Pixel CMOS AF che copre circa il 90% x 100% del sensore di immagine. Utilizzando lo stesso algoritmo AF di quando si scatta con il mirino ottico, viene garantita maggiore flessibilità nell’inquadrare i soggetti desiderati, che si tratti di un’auto da corsa in pista o di un uccello in volo. EOS-1D X Mark III supporta lo scatto continuo con tracking AF/AE completo con velocità notevolmente migliorate, sia tramite mirino ottico (otturatore meccanico fino a circa 16 fps) che tramite Live View (otturatore meccanico o elettronico fino a circa 20 fps). Non solo: il doppio slot per schede CFexpress, di cui dispone la fotocamera, consente di continuare a scattare file RAW fino a cinque volte di più rispetto al modello precedente.

Sfida la creatività: cattura ogni istante
EOS-1D X Mark III dispone di un sensore CMOS e un processore DIGIC completamente nuovi, a conferma dell’impegno di Canon nel voler costantemente innovare i confini dell’imaging e implementare tecnologie ottiche sempre più performanti. Canon offre così una qualità d’immagine unica e valori ISO ancora più elevati, con la possibilità di acquisire immagini fisse a 10 bit utilizzando il formato HEIF. La potenza della risoluzione 4K dà vita a veri e propri racconti visivi: filmati 4K di livello cinematografico, tra cui registrazione interna in formato 4K 60p con Canon Log a 10 bit. EOS-1D X Mark III permette, inoltre, di registrare in RAW sia in modalità video che in modalità foto, riducendo così la quantità di attrezzatura necessaria alla realizzazione di ogni tipo di progetto.


Trasferire i contenuti più velocemente che mai
Per i professionisti, il trasferimento dei contenuti è importante tanto quanto l’acquisizione degli stessi: con Wi-Fi, Bluetooth e GPS integrati, EOS-1D X Mark III è in grado di semplificare questa operazione. La fotocamera è in grado di trasferire i dati a una velocità doppia[i] rispetto al modello EOS-1D X Mark II quando si utilizza la connessione Ethernet integrata o il nuovo trasmettitore wireless opzionale, WFT-E9, dispositivo compatibile anche con la videocamera Cinema EOS C500 Mark II (lanciata a Settembre 2019). Anche grazie a una connettività più semplice, il flusso di lavoro professionale risulta notevolmente più fluido.

Un’estensione del kit professionale
Gli utenti della serie EOS-1D si troveranno perfettamente a loro agio nel maneggiare EOS-1D X Mark III: un utilizzo senza soluzione di continuità con un’ergonomia affidabile oltre che il corpo in lega di magnesio offrono la durevolezza che contraddistingue le fotocamere Canon EOS-1. I fotografi professionisti potranno godere della stessa straordinaria qualità del design di EOS-1D X Mark II: una eccezionale capacità di resistere alle intemperie che consente alla fotocamera di operare in condizioni difficili, tra cui vento, pioggia e umidità. Le capacità di ripresa in situazioni di scarsa illuminazione sono incredibili, anche grazie alla presenza di pulsanti retroilluminati che consentono operazioni di precisione in condizioni di ripresa difficili o al buio. La fotocamera offre anche un nuovo sistema di controllo per la selezione dei punti AF: integrato nel pulsante AF-ON, consente ai fotografi di cambiare i punti AF sfiorando il pulsante stesso, semplificando ulteriormente il lavoro e migliorando la composizione dello scatto. Anche la durata della batteria, Canon LP-E19, è stata notevolmente incrementata, consentendo ai professionisti di scattare per periodi di tempo più lunghi, senza dover cambiare le batterie. Per non perdere nemmeno un istante dell’azione!


(1) La velocità di trasferimento può essere soggetta a rallentamenti a seconda dell’ambiente di utilizzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *