Attacco L: arriva Sigma!

Sembra proprio che l’attacco L stia per prendere il volo, e a mettergli le ali è Sigma che ha presentato una serie di lenti della sua gamma ART ad un prezzo corretto e in grado di coprire la maggior parte delle esigenze.

Riepilogo sull’attacco L

Prima di buttarci nell’analisi di questi nuovi obiettivi, facciamo un riepilogo.

Panasonic ha di recente annunciato e presentato due nuovi corpi macchina (ne abbiamo parlato qui e anche qui) che escono dal suo seminato: si tratta di macchine con sensore Full Frame, pensate sia per chi fa foto – parliamo della S1R – sia per chi fa video – e qui ci riferiamo più che altro alla Panasonic S1.

La particolarità di queste macchine è che gli obiettivi che montano sono con attacco L, ovvero quello sviluppato da Leica per le sue full frame e “prestato” dalla casa di produzione tedesca a Panasonic. I dettagli dell’accordo sono più o meno svelati in questa intervista.

Dopo tutto questo, Panasonic ha annunciato e presentato alcuni nuovi obiettivi, in particolare un 50mm f/1.4, un 24-105mm e un 70-200mm f/4, a cui si aggiungeranno – secondo roadmap – una serie di altre ottiche pensate per il sistema Panasonic Full Frame.

Il problema è che questi obiettivi:

  • sono pochi
  • sono costosi

Intendiamoci: quando Panasonic avrà fatto uscire tutti gli obiettivi annunciati, il suo corredo comincerà ad essere interessante, ma ad oggi è difficile pensare che qualcuno faccia il salto al pieno formato Panasonic avendo a disposizione così poche lenti (ok, non stiamo contando le Leica ma queste hanno prezzi veramente elevati). E in più c’è il fatto che al lancio questi vetri sembrano essere parecchio costosi…

Ecco che entra in gioco Sigma.

I nuovi Sigma per attacco L

I nuovi obiettivi Sigma ART con attacco L, e l’adattatore che permette di montare obiettivi con attacco EF ed SA sui nuovi corpi Panasonic Full Frame e Leica SL

Qui sopra li vedete tutti, i nuovi obiettivi che Sigma ha lanciato per il sistema L. Non si tratta di obiettivi propriamente nuovi (il perché lo specifichiamo poi) ma c’è da dire che ci troviamo di fronte a un sistema quasi completo e adatto a chi fa video.

L’elenco:

  • SIGMA 14mm F1.8 DG HSM Art
  • SIGMA 20mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 24mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 28mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 35mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 40mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 50mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 70mm F2.8 DG MACRO Art
  • SIGMA 85mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 105mm F1.4 DG HSM Art
  • SIGMA 135mm F1.8 DG HSM Art

Si tratta di obiettivi a focale esclusivamente fissa, che coprono un range dal grandangolo spinto al tele moderato. L’unica carenza che possiamo riscontrare è nei tele spinti, ma non è sicuramente una serie di obiettivi di cui si senta troppo la mancanza quando si fa video.

C’è anche un obiettivo macro, che dovrebbe fare la felicità di chi si occupa di questo campo, e come da tradizione abbiamo a che fare con focali classiche con un diaframma massimo molto aperto. Sarà interessante vedere come si comportano con le nuove Panasonic.

Una riedizione di precedenti obiettivi

Attenzione, però, come detto non ci troviamo di fronte a obiettivi completamente nuovi: a guardare bene si tratta degli stessi obiettivi già disponibili da tempo con attacco EF.

E infatti Sigma ha deciso di offrire un programma di modifica dell’attacco dei vecchi obiettivi, per poter montare senza adattatore queste lenti che prima erano pensate per Canon EF.

Gli obiettivi con attacco nativo permetteranno di usare l’autofocus continuo e dovrebbero avere una maggiore velocità di AF sui corpi del sistema L, oltre a una piena compatibilità con il sistema di riconoscimento della focale per adattare la stabilizzazione integrata e con i sistemi di correzione delle aberrazioni cromatiche e della distorsione (cosa di cui i corpi Panasonic micro 4/3 fanno largo uso).

Per chi avesse già obiettivi Sigma con attacco EF, come detto, è stato presentato l’adattatore MC-21 (sì, hanno poca fantasia) che permette di montare le ottiche con altra baionetta con poche difficoltà.

Da notare però che questo tipo di adattatore non permetterà di usare l’autofocus continuo delle Panasonic, ma solo l’AF singolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *