ATEM Mini di Blackmagic: un nuovo switcher interessante

Di recente abbiamo parlato dei migliori modi per fare streaming multicam su Facebook e YouTube (qui l’articolo) ma dovremo aggiornare presto quello che abbiamo scritto perché c’è un nuovo sceriffo in città: si chiama ATEM Mini.

È uno switcher, cioè un dispositivo che digerisce il segnale da varie camere e fa da regia per controllare quale delle riprese viene mandata in diretta in internet. Sì, stiamo parlando di streaming multicamera, per poter fare delle live su YouTube, su Facebook, su Twitch… Ma con un approccio più professionale.

Caratteristiche e vantaggi

Parliamo subito dei vantaggi di questo switcher per livestream: è economico e compatto, e in più non ha molti fronzoli.

Prima di tutto il prezzo è proprio corretto: si parla di 290€ circa più IVA, una cifra del tutto ragionevole per cominciare a gestire in proprio un programma su YouTube. Le dimensioni sono ottime per metterlo su una qualsiasi scrivania.

Questo è uno switcher pensato per essere versatile ma, dovendo mantenere un prezzo basso, fa poche cose semplici.

Nel dettaglio

L’ATEM Mini permette di collegare fino a 4 camere tramite i suoi ingressi HDMI, e due microfoni per registrare le voci di due parlanti. Immaginiamo le classiche interviste in due, con due persone ai due lati di un tavolo e la possibilità di giostrare su panoramiche, primi piani e mezzibusti. Proprio quello che uno youtuber fa normalmente.

L’alimentazione deve essere effettuata tramite rete elettrica (niente possibilità di batterie esterne, purtroppo) ed è presente un’uscita USB-C per il collegamento al computer, su cui sarà installato un programma per la gestione tipo OBS, che trasmette un segnale fino al 1080p 60fps, e un’uscita HDMI.

Quest’ultima può essere usata ad esempio per il collegamento a un monitor esterno, per gestire le anteprime delle riprese oppure per registrare il girato, o ancora per incorporare questo dispositivo all’interno di un setup più complicato.

Il difetto che qualcuno imputa a questo apparecchio è che non permette la registrazione in alta qualità contemporanea allo stream video, ma c’è da dire che l’ATEM Mini non è pensato per offrire una soluzione professionale, e forse chiedere questo sarebbe stato troppo.

L’interfaccia tutta fisica che all’inizio può sembrare complicata incorpora la possibilità di operare sulle transizioni e di applicare effetti vari adatti all’uso su YouTube o sui social network in live streaming.


L’ATEM Mini è al momento in preordine su siti come CVP a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *