La musica per video in abbonamento: Artlist

Se anche avete montato un solo video nella vostra vita, sapete che un video con una colonna sonora ha grosse probabilità in più di risultare efficace. Anzi: a volte una buona musica salva anche il video peggiore della vostra galleria. Oggi vi parliamo di un servizio economico (anzi, c’è pure un regalo per voi) che risulta molto interessante per chi ha bisogno di comprare musica per i propri video. 

Leggete tutto, siamo sicuri che ci ringrazierete.

Un abbonamento per scaricare un sacco di musica

Artlist (link al loro sito) è un servizio che funziona in modo piuttosto diverso rispetto a molti altri: in sostanza si paga un abbonamento annuale – non ci sono abbonamenti mensili – e nel corso dell’anno di abbonamento si può scaricare tutta la musica che si vuole. Anzi, no. C’è un limite di 40 pezzi al giorno, ma onestamente è difficile superarlo!

Naturalmente una volta che avete usato un pezzo per un video non ve lo vengono a togliere se dopo il primo anno di abbonamento avete deciso di non usare più i servigi di Artlist…

Il sistema di ricerca di Artlist

Una delle cose più interessanti di questo servizio – a parte il prezzo, di cui parliamo sotto – è che nonostante offra musica per video a costi economici ha un sistema per la ricerca dei brani piuttosto ben fatto, e in più la musica disponibile in genere non è niente male.

Una delle opzioni di ricerca della musica su Artlist è quella per strumento preponderante nel pezzo

È possibile ricercare i brani musicali sulla base dello strumento usato, scegliendoli per tipo di atmosfera desiderata, sulla base del tipo di video su cui dovete mettere della musica. Quest’ultimo è un metodo molto interessante se volete fare una ricerca rapida.
E potete combinare più o meno tutti questi filtri per ottenere un risultato mirato.

Insomma: considerato che potete filtrare il tutto anche sulla base del tempo del brano e della durata massima/minima, come detto sopra al prezzo a cui è offerto questo servizio non c’è molto di meglio.

La musica che trovate su Artlist è buona, chiaramente non è come avere un compositore che lavora per te costruendo la musica sulla base delle immagini, ma cose del genere succedono molto raramente. E la varietà di pezzi disponibili è davvero ampia, se si pensa poi che periodicamente (con annesso avviso via mail) Artlist viene arricchito di nuova musica.

Termini di utilizzo

Il bello di Artlist è che le condizioni di utilizzo sono molto vantaggiose. Ve le elenchiamo in breve:

  • Una volta scaricato, il brano è utilizzabile per sempre nei video
  • È possibile usare la musica per usi privati o commerciali, su tutte le piattaforme video
  • È possibile usare la musica per progetti di clienti (ma il cliente naturalmente non potrà usare quella musica autonomamente)
  • Se l’abbonamento è comprato da un’azienda tutti gli impiegati dell’azienda possono usare la musica scaricata e l’account, a patto che lavorino su progetti dell’azienda stessa

Insomma, in termini semplici, questo è un bel modo per avere musica senza grattacapi.


Un regalo lungo due mesi

Il costo di un abbonamento annuale ad Artlist è di 199$, che non sono tanti ma non sono nemmeno pochi (per chi fa un paio di video all’anno). Se vi consigliamo di fare questo abbonamento?

Beh, diciamo che se siete amatori che vogliono fare un salto di qualità migliorando i vostri video con della buona musica e nel frattempo non dovendo più preoccuparvi di quello che succede in termini di diritti d’autore (tutta la musica su Artlist è royalty free), negoziazioni con gli artisti, liti con le varie piattaforme video… Prendetelo.
Vi basterà usare le canzoni su meno di dieci progetti per avere già abbondantemente ammortizzato il costo.

Se siete invece dei professionisti, che magari devono usare la musica per matrimoni, eventi, video che non vi fanno guadagnare un sacco… beh, probabilmente l’abbonamento ce l’avete già. E se non ce l’avete che aspettate a farlo?

Se non siete convinti e volete l’ultima spinta, iscrivetevi ad Artlist tramite questo link: grazie ad un accordo che abbiamo messo in piedi avrete due mesi di abbonamento gratuiti in più. 

14 commenti:

  1. Sarei intenzionato a sottoscrivere un abbonamento. Faccio video per conto mio da caricare su youtube, per cui la mia idea sarebbe quella di dividere il costo dell’abbonamento con altri due “youtubers” (facciamo video e li carichiamo su youtube, ma di youtubers abbiamo ben poco ;-)). La cosa è fattibile? Nel senso l’abbonamento non sarebbe legato ad un account youtube come accade mi pare con epidemicsound?

    • Ciao! Non ci sono limiti di questo genere, se infatti guardi nelle FAQ parla del fatto che puoi usare la musica scaricata dal tuo account per video di clienti. A loro volta però i clienti non potranno usare la musica per altri progetti. Insomma… devi giostrarla un po’ bene 🙂

  2. Salve. Sono un aspirante videomaker e vi seguo da tempo. In merito all’articolo su Artlist vorrei porre due domande:
    – dopo aver sottoscritto un primo abbonamento di durata annuale, l’eventuale rinnovo scatta in automatico o c’è bisogno di un’eventuale conferma da parte del cliente?
    – se produco un video con un brano si Artlist per un amico, lui può pubblicarlo su eventuali piattaforme o profili social o posso farlo solo io in quanto produttore del video?
    Grazie, saluti.

    • Ciao Angelo! Sì, il rinnovo è automatico ma basta che ti ricordi un po’ prima (col classico promemoria sul telefono o sul computer, tanto per dirne una) e puoi cancellare in anticipo. L’abbonamento comunque arriva fino alla sua scadenza naturale e poi non ti prendono altri soldi.
      Se fai lavori anche commerciali in pratica è come se cedessi la licenza per quello specifico video al tuo cliente, quindi sì, il tuo amico può pubblicare il video sulle varie piattaforme.
      In bocca al lupo per il tuo lavoro di videomaker 🙂

      • Grazie, crepi il lupo …
        Però non mi è chiara una cosa: se al momento della scadenza, ovvero dopo un anno, loro non addebitano altri soldi, come fa l’abbonamento a rinnovarsi automaticamente?

  3. Cioè quello che vorrei sapere è questo: posso sottoscrivere un abbonamento per un solo anno senza dovermi poi preoccupare alla scadenza di fornire eventuali disdette?
    Grazie

  4. Buongiorno, vorrei sapere se il pagamento di 199 € è una tantum, oppure se l’addebito è mensile (16,60€x12 mesi) su carta di credito o PayPal.
    grazie per la risposta

  5. Se una associazione di videmaker si iscrive ad Artlist, i propri soci apppartenenti alla stessa possono usufruire dei brani da scaricare?

  6. Ciao, la domanda è già stata fatta però vorrei un’ulteriore conferma:
    Io sono un professionista e realizzo lavori per diversi clienti, ognuno di questi carica il video che io realizzo sul proprio canale YouTube, su Facebook a volte anche su entrambi.
    Quindi secondo i termini di utilizzo io posso scaricare i brani che mi interessano, editare il video, consegnarlo al cliente e poi sia lui che io caricarlo su tutte le piattaforme social, ho capito bene?
    L’unica cosa che non può fare il mio cliente è riutilizzare quella musica per altri video, giusto?
    Grazie mille!

  7. Salve devo fare un lavoro video/promozionale turistico per un comune. Come posso dare loro la certificazione per il possesso dei diritti, visto che me la chiedono?

    • Ciao Guido, penso che la cosa più semplice da fare sia stampargli i termini di utilizzo, che al punto 3 parlano specificamente della licenza d’uso. Speriamo basti! Nel caso non fosse così scrivi di nuovo e magari proviamo a sentire quelli di Artlist, anche perché è un argomento interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *