7artisans 25mm f/1.8, una recensione

Ogni tanto capita di vedere in rete qualcosa che incuriosisce. Allora prima ci mettiamo a cercare opinioni altrui, e poi quando non si capisce bene dove vogliano andare a parare… proviamo direttamente! È il caso del 7artisans 25mm f/1.8, di cui vi proponiamo una recensione che è più una serie di appunti che uno studio completo. 

Speriamo vi sia utile per farvi un’idea su questo obiettivo su cui si trovano in giro poche opinioni, ma come da premessa – visto anche che questa recensione non vuol dare risposte definitive – vi consigliamo di provarlo voi stessi per capire com’è e se fa al caso vostro.

7artisans 25mm f/1.8: un’introduzione

Prima di tutto: chi sono i sette artigiani che in qualche oscura provincia della Cina forgiano metalli e modellano lenti per offrirci gli obiettivi che portano il loro marchio? Non lo sappiamo, ma sappiamo per certo che sono persone modeste, che si accontentano di poco e probabilmente risparmiano su tante cose per offrirci delle ottiche molto economiche.

A parte gli scherzi, questo obiettivo costa veramente poco rispetto alla media, ed è anche questa  una delle ragioni che potrebbe spingervi a fare il salto nel buio e a comprarlo. Al massimo diventa un fermacarte hipster, uno si dice…

È progettato per sensori M43 o APS-C, e lo abbiamo trovato in versione per mirrorless Panasonic e Olympus, per mirrorless Sony APS-C, per mirrorless Fujifilm e per mirrorless Canon della serie M. Insomma va bene un po’ per tutte le mirrorless, e potete usarlo anche sulle Sony Full Frame impostando il sensore su APS-C, naturalmente.

Si tratta di un obiettivo semplice dal punto di vista della costruzione, con i suoi 7 elementi in 5 gruppi, e con 12 lamelle del diaframma che permettono di sfocare i punti luminosi in maniera quasi perfettamente circolare (lo sfocato è ok, ne parliamo meglio sotto).

La ghiera della messa a fuoco e quella dell’apertura del diaframma non sono molto grandi, come c’è da aspettarsi da un obiettivo così compatto, ma risultano fluide.
Un paio di piccoli problemi, qui:
entrambe le ghiere sono decliccate (cioè anche quella dei diaframmi non ha degli stop in corrispondenza dei valori di apertura classici) e potrebbe essere difficoltoso inizialmente ricordarsi quale ghiera fa cosa. La soluzione però è applicare su una delle due il piccolo accessorio incavato che viene fornito nella confezione
la ghiera di messa a fuoco ha un fine corsa che ci pare troppo poco spaziato verso l’infinito: in pratica bisogna fare molta attenzione quando si va a focheggiare su soggetti lontani, e in questo bisogna avere un buon mirino o un buono schermo. Immaginiamo però che a infinito userete questo obiettivo poche volte, viste le sue peculiarità

Qualità costruttiva

Quando abbiamo cominciato a leggere le recensioni sul 7artisans 25mm che abbiamo trovato in rete – poche, a dire il vero – ci siamo resi conto di un potenziale problema: la qualità costruttiva. Questi obiettivi economici a volte vanno al risparmio proprio sul controllo della qualità, e chi li produce fa uscire a volte dalle fabbriche degli esemplari che non sono proprio inappuntabili. Ci si trova così di fronte a giochi delle ghiere, scollatura delle parti, oppure cemento (la colla per le lenti) che deborda leggermente dalle estremità dei vetri. Certo sono obiettivi che spesso hanno un loro carattere, ma a volte si esagera…
Nel nostro caso – e quindi parliamo di un singolo esemplare, magari siamo stati fortunatissimi! – non ci è capitato niente di tutto questo. L’obiettivo è ben costruito, senza giochi strani, senza errori nel posizionamento della ghiera di messa a fuoco, con i vetri al loro posto. Puro caso? Forse, oppure nel corso del tempo l’azienda ha migliorato i suoi processi produttivi e ridotto gli errori.

Tenete comunque in conto la cosa, e se potete comprate da shop che vi permettano un cambio o un rimborso senza troppi problemi.

Come va questo 25mm?

Prima di cominciare questo discorso, un paio di note sulle immagini che riportiamo sotto.
1. si tratta di foto, e perché? Nonostante questo sia un sito dedicato principalmente al video, le foto sono ancora più indicative della qualità di un obiettivo: la risoluzione dello schema ottico è stressata maggiormente perché si usano tutti i pixel disponibili sul sensore. Ecco perché abbiamo scelto di mostrarvi delle foto
2. le foto sono scattate con una Panasonic GX80, che è probabilmente – assieme alle altre macchine di queste dimensioni – la scelta migliore da accoppiare a un obiettivo così piccolo
3. non abbiamo operato correzioni o modifiche. Le foto sono conversioni dei RAW così come escono dalla macchina, ridotte a 3000px di lato lungo (per questioni di archiviazione sul sito)

Per rispondere alla domanda del titolo potremmo dire bene, non benissimo oppure strano. Dipende parecchio da come volete usare questo obiettivo, e dalla consapevolezza che avete nel piegare i limiti della vostra attrezzatura alle esigenze del vostro lavoro. In più, oltre a tutto questo, ci sono le esigenze di utilizzo.

Partiamo da queste ultime.
Prima di tutto se avete bisogno di un obiettivo che sia ultranitido dal centro ai bordi, che sia corretto nelle distorsioni, che sia asettico allora andate a guardare altrove. Troverete sicuramente quello di cui avete bisogno (certamente ad altro prezzo) perché sempre più case produttrici si stanno dirigendo verso la nitidezza a tutti i costi. Per un direttore della fotografia serio e in generale per chi ama fare video in maniera differente forse questa strada della nitidezza non è la migliore, ma c’è chi ne ha bisogno. Salvo poi impiastricciare tutto con effetti, effettini e LUT!

Questo è un obiettivo nitido e con un buon microcontrasto (Zeiss è famosa per questa prerogativa, leggetene ad esempio qui), ma solo al centro. Ai bordi estremi si perde un po’ in quanto a nitidezza. Non è detto però che questo sia un male, specie se usate questo obiettivo a tutta apertura con soggetto piuttosto centrale: potrebbe dare quel qualcosa in più di cui dicevamo sopra. Se invece chiudete leggermente il diaframma i problemi spariscono, e possiamo dire che già da f/4 siamo nel suo “sweet spot”, ovvero quella in cui l’obiettivo dà il meglio in termini di nitidezza.
È un obiettivo che non eccelle per correzione delle distorsioni, che non sono percettibili a occhio nudo in situazioni reali, ma si vedono bene sulle carte di confronto, o quando fate foto a un muro di mattoni (avete presente?!).

La nitidezza è sufficiente, si nota della distorsione agli angoli e lo sfocato è quasi “swirly” come nei vecchi obiettivi

Un dettaglio ai limiti della risoluzione della macchina. Nonostante la compressione si vede tutto abbastanza bene

Come specificato da varie recensioni, è vero che presenta un leggero flare, ma noi lo abbiamo sperimentato solo con luci forti precisamente in campo. E se non vi dispiace questo tipo di effetti, non è uno di quei flare arcobaleno con diffrazioni prismatiche assortite all’interno, è più una specie di opacizzazione del campo inquadrato, come capita quando si usano vecchi obiettivi con trattamenti di rivestimento ridotti o assenti.

Il sole è quasi frontale, l’effetto del flare è piuttosto piacevole (o almeno così ci sembra!)

Un dettaglio della foto sopra: anche senza correzioni software non c’è troppo color fringing

Anche qui c’è del flare, ma non è estremamente fastidioso. Data la chiusura del diaframma però è meno tondeggiante

Lo sfocato è piuttosto piacevole, e considerato che se uno prende un obiettivo luminoso è spesso per usarlo a tutta apertura, non è un particolare di poco conto. Anche le luci risultano tondeggianti, non ci sono bordature “nervose” nei contorni, e le transizioni sono piuttosto piacevoli. Chiaramente non stiamo parlando di un Leica, ma lo schema ottico aiuta.

 

Dove comprare il 7artisans 25mm f/1.8

Se questa nostra recensione del 25mm 7artisans non vi ha ancora scoraggiato, allora fatevi sotto! Ci sono vari shop online in cui potete comprarlo, a partire dai classici store cinesi che spediscono in tempi più o meno lunghi e in genere hanno prezzi un po’ più concorrenziali.

Cominciamo con qualche link da eGlobal:

versione per Fujifilm
versione per Panasonic M43 e Olympus
-tutte le altre versioni le trovate in questa pagina, dove potrete scoprire che pure in questo caso Sony costa di più! 

Per quel che riguarda invece Amazon la pagina di riferimento è questa. Vi consigliamo eventualmente di comprare quelli che hanno come nome del venditore 7artisans.


Come detto sopra non sappiamo se siamo stati particolarmente fortunati con il nostro esemplare o se in generale 7artisans abbia migliorato il suo controllo qualità, ma onestamente crediamo che sia meglio rivolgersi ad Amazon o a un negozio fisico, se ne conoscete uno che vende questi obiettivi, per poter risolvere più in fretta qualsiasi tipo di problema possa insorgere con esemplari difettati o che non rispondono perfettamente alle vostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *