16mm f/1.4 Sigma: un grandangolo superluminoso

Sigma l’ha fatto un’altra volta: ha tirato fuori un obiettivo superluminoso su una focale su cui altre case produttrici sono scoperte, e a quanto pare ha fatto un ottimo lavoro mantenendo un prezzo piuttosto basso. Questa volta tocca al 16mm f/1.4.

Si tratta di un grandangolare della serie Contemporary, che Sigma ha pensato specificamente per mirrorless e che in genere si caratterizza per una certa compattezza abbinata ad una buonissima qualità dell’immagine e costruttiva.

Andiamo a scoprirlo nelle sue caratteristiche, questa volta usando le recensioni del Sigma 16mm f/1.4 che abbiamo già scovato in rete, in attesa di poterlo provare direttamente (sì, ci fa gola e probabilmente ne prenderemo uno a breve).

Sigma 16mm f/1.4: caratteristiche tecniche

Si tratta di un obiettivo pensato per sensori APS-C con attacco Sony E (quindi va bene con le Sony a6300, a6500 e a6000) e che può essere acquistato anche in versione per micro 4/3. È quindi un grandangolare che su queste macchine usa una parte ridotta della superficie delle lenti, e questo permette di migliorare ancora di più la qualità dell’immagine.

Il 16mm f/1.4 Sigma un obiettivo imponente, con un anello di messa a fuoco ampio

Dal punto di vista puramente numerico, ecco qualche dato in più:

lamelle del diaframma: le lamelle sono 9, e questo su un obiettivo grandangolare è un buon numero per ottenere uno sfocato buono e “tondo”
distanza di messa a fuoco minima: 25cm, una distanza minima ormai non troppo inusuale. Il rapporto di ingrandimento massimo è di circa 1:10, quindi non è un obiettivo macro, ma permette di ottenere buoni ingrandimenti
dimensioni e peso: il 16mm f/1.4 pesa circa 400 grammi, è lungo una decina di cm e ha un diametro massimo di 72mm. I filtri utilizzati hanno un diametro di 67mm

La costruzione dell’obiettivo è in 16 elementi in 13 gruppi, con due elementi asferici ed elementi FLD (a bassa dispersione) ed SLD (a bassissima dispersione).

In azzurro e giallo gli elementi a bassa dispersione

Insomma questo 16mm è un obiettivo per APS-C bello corposo, con una luminosità molto importante. Se funziona bene è sicuramente da tenere in considerazione anche perché il prezzo a cui è proposto è molto invitante.

Il prezzo su Amazon

 

Sigma 16mm f/1.4, prove e recensioni

Vediamo cosa dicono i vari siti che hanno avuto già modo di provare questo 16mm.

Cominciamo però con il mostrarvi alcune foto disponibili sul sito di Sigma stessa. Si tratta di sole tre immagini realizzate montando l’obiettivo su una Sony della serie 7, usata però in modalità crop. Eccole qui.

E ora via con le opinioni raccolte in rete su questo grandangolo per Sony e Panasonic.

La recensione di ephotozine

ephotozine dà un voto molto alto a questo obiettivo, la recensione completa la trovate qui.

Si fa notare che non esistono obiettivi comparabili a questo in termini di luminosità massima per gli attacchi Panasonic e Sony, e che le caratteristiche ottiche sono molto buone.

Tra le caratteristiche positive l’ottima nitidezza a tutta apertura, l’assenza di aberrazioni cromatiche e le dimensioni ragionevoli. Inoltre, per quanto riguarda la ripresa video, si mette in evidenza la silenziosità dell’AF.

Opinioni di DPReview

DPReview ha una galleria di immagini del Sigma 16mm f/1.4. Guardarsele è un ottimo modo per capire come potrebbe essere sulla vostra macchina: gli ingombri sono sostenibili, anche se non si tratta certo dell’obiettivo più piccolo sul mercato!

DPReview prende in considerazione soprattutto l’ergonomia dell’obiettivo e la sua qualità costruttiva, definita gorgeous, cioè fantastica.

Una recensione video del Sigma 16mm f/1.4

Ecco un video interessante che mostra alcune immagini del grandangolo. Interessante notare come lo sfocato sia piuttosto piacevole (è sempre difficile trovare obiettivi grandangolari che offrano un buono sfocato).

L’autofocus del 16mm sembra piuttosto veloce e non presenta problemi di hunting, nemmeno in tracking continuo. Ecco, forse ci sono andati un po’ pesanti con l’aumento della nitidezza in post produzione, ma si vede che c’è spazio per lavorare sulla post per questo obiettivo.

Un video di prova in low light

Questa non è una recensione del 16mm Sigma, ma un video di prova in condizioni di scarsa luce.

La ripresa è fatta con Sony a6500 usando un profilo Log, quindi con poca gamma dinamica ma lavorabile molto bene in post.

Un video in varie condizioni

Questo video asiatico usa l’obiettivo in varie condizioni:

Sia al buio che in condizioni di luce più consistenti sembra che il Sigma renda bene, sia molto dettagliato e non presenti problemi.

In conclusione…

Come abbiamo detto all’inizio di questa recensione ci piacerebbe provare questo obiettivo, che sembra molto interessante soprattutto per la focale e la luminosità massima: un bell’abbinamento con il sensore croppato della GH5, ad esempio.
Permangono alcuni dubbi sulla messa a fuoco manuale, che come nel 30mm f/1.4 dovrebbe essere progressiva e con velocità basata sulla velocità di movimento dell’anello.

Ad alcuni questo può dare fastidio, ma se funziona bene non è certamente un difetto. Anzi.

Il prezzo aggiornato su Amazon

Insomma: prima di dare un parere definitivo meglio farci un giro, ma sembra che con macchine come le mirrorless di Panasonic e Sony (seppur con lunghezze focali equivalenti diverse) questa possa essere una lente da mettere nel corredo per essere perfettamente coperti sulle focali grandangolari o medio-grandangolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *